Vai al contenuto

Evasioni

Evasioni nella natura, a caccia di luoghi da fotografare oppure di relax

Tulipani nel Bollenstreek

Bollenstreek: il distretto olandese dei bulbi e fiori

Il Bollenstreek è il distretto olandese per eccellenza in cui si coltivano bulbi e fiori (bollen = bulbi, streek = zona) ma è anche la zona famosa per i suoi campi multicolori.

Dove si trova il Bollenstreek

E’ una vasta area compresa fra Amsterdam e Den Haag (L’Aia per gli Italiani). Più precisamente, si trova racchiuso fra le città di Hillegom, De Zilk, Noordwijkerhout, Noordwijk, Rijnsburg, Oegstgeest, Warmond, Sassenheim e Lisse. Tutte le altre piccole città incluse in quest’area fanno parte del Bollenstreek.

Qui vengono coltivati i fiori e i bulbi che poi si esportano in tutto il mondo. In primavera le fioriture multicolori nei campi di questa zona creano spettacolari effetti cromatici.

Campo fiorito Bollenstreek

Le fioriture

I primi a fiorire sono i semplici e graziosi crocus verso la metà di Marzo, seguono i narcisi gialli e bianchi per la fine del mese di Marzo e l’inizio di Aprile. Dopo la metà di Aprile fioriscono invece i giacinti ed a seguire i tulipani. Nei mesi successivi spuntano le fioriture di iris e gladioli.

Le temperature alquanto strampalate degli ultimi anni, con inverni sempre meno rigidi, stanno comunque modificando ed alterando il fenomeno delle fioriture.

Approfittando delle belle giornate di sole (l’aria tuttavia è piuttosto fredda specie quando il sole non è al culmine), sia ieri pomeriggio che stamattina mi sono armata di reflex e con la bicicletta ho girovagato su alcune delle ciclabili nei dintorni di Lisse per immortalare i campi in fiore.

Oltre allo spettacolo dei narcisi, giacinti, muscari e tulipani vi lascio immaginare il profumo intenso che aleggiava nell’aria. Indescrivibile, quasi ubriacante.

Bollenstreek olandese

Quanti colori diversi!

Si lavora in continuazione tra i campi

Il lavoro nei campi è pressochè continuo e svolto in buona parte da manodopera polacca. Oltre che concimare ed irrigare, gli addetti controllano a uno a uno i fiori. Passeggiando lentamente tra le fioriture ed aiutandosi con un bastone vanno alla ricerca di eventuali intrusi. Inoltre eliminano quelli di qualità non buona o che presentano caratteristiche non conformi per colore e/o forma in modo da avere in un campo o in una striscia un’unica tipologia di bulbi.

Quando sfioriscono, tramite la cimatura si asporta solo la parte superiore con il fiore, lasciando le foglie, in modo che il bulbo sottostante si rinforzi. Nella primavera 2020, a causa della pandemia Covid-19, la cimatura è stata effettuata in anticipo rispetto agli altri anni per evitare assembramenti di persone.

All’inizio dell’estate i bulbi vengono raccolti tramite appositi macchinari, disposti in enormi casse e trasportati nelle aziende. Successivamente, con sistemi meccanici vengono preparati e confezionati per essere venduti direttamente od esportati in tutto il mondo.

A settembre/ottobre il ciclo riprende con la semina dei nuovi bulbi che fioriranno durante la primavera successiva!

Giusto per dare due numeri, il fatturato 2016 di Royal Flora Holland BV è stato di 4,6 miliardi di euro. Royal Flora Holland, il cui motto è “infioriamo il mondo”, è una cooperativa olandese che riunisce coltivatori di fiori e piante. Inoltre mette in contatto domanda ed offerta tramite il sistema delle aste.

Al lavoro tra i tulipani

Un lavorante estirpa un tulipano giallo nella marea di tulipani bianchi

error: Il materiale qui contenuto è protetto dal diritto di autore - © Copyright GIRINGIRO