Floriade 2012, Venlo

La primavera, l’estate e parte dell’autunno 2022 offriranno un ulteriore motivo per visitare i Paesi Bassi. Dal 14 aprile al 9 ottobre 2022 si svolgerà infatti Floriade 2022 ad Almere.

Cos’è Floriade? E’ un’importante esposizione mondiale dell’orticoltura e del giardinaggio che si svolge ogni 10 anni nei Paesi Bassi. Nell’expo vengono inoltre proposte tecnologie e soluzioni di bioedilizia e per attuare il “green living” che adesso sembrano futuristiche ma, molto probabilmente, fra qualche anno saranno considerate come normale routine. Noi avevamo partecipato la prima volta all’edizione del 2002 che si era tenuta in una zona tra Haarlem ed Hoofddorp ed a quella successiva di Venlo nel 2012.

Pandemia Covid-19 permettendo, spero di poter partecipare anche all’edizione di Almere del 2022 anche se Andrea in quel periodo sarà impegnato nella campagna di lancio di ExoMars.

Almere è una cittadina olandese di poco oltre 216.000 abitanti (dati del 2021) situata nella provincia del Flevoland, nel centro dei Paesi Bassi. E’ tra i principali centri abitati di questa provincia ma non è il suo capoluogo. Il Flevoland è uno dei territori che vennero creati strappando la terra al mare interno Zuiderzee dopo la costruzione della grande diga olandese Afsluitdijk nel 1932.

Floriade 2012
Il padiglione dei Paesi Bassi a Floriade 2012

Un po’ di storia di Floriade

La prima manifestazione Floriade si svolse nel 1960 a Rotterdam. Il Nederlandse Tuinbouwraad, la più antica associazione orticolturale olandese fondata nel 1908 ed il cui scopo è quello di valorizzare l’orticoltura dei Paesi Bassi nel mondo, ideò questa manifestazione. Dopo la prima edizione, nel 1972 si svolse quella di Amsterdam e l’organizzazione decise di ripeterla ogni 10 anni.

La scelta della città che ospita l’esposizione Floriade viene effettuata dal Nederlandse Tuinbouwraad che valuta le varie candidature ed effettua una prima scrematura. Alle quattro possibili candidate viene poi chiesto di proporre un progetto per la realizzazione dell’evento. Dopo un sopralluogo in loco per verificare meglio le potenzialità della zona, il Nederlandse Tuinbouwraad valuta i progetti e sceglie la città o l’area che ospiterà Floriade. Ovviamente le valutazioni vengono effettuate con notevole anticipo rispetto alla data dell’evento per dare modo alla località prescelta di organizzarsi.

Al momento solo Amsterdam è riuscita a spuntarla per ben due edizioni consecutive nel 1972 e 1982 mentre tutte le altre si sono sempre svolte in località differenti.

Nel corso del tempo la manifestazione si è evoluta, adattandosi anche alle nuove sfide dovute ai cambiamenti climatici e, ad ogni edizione, attira un numero sempre più considerevole di espositori e visitatori.

Ogni edizione di Floriade è inaugurata dai sovrani olandesi. Quella di Almere sarà la “prima volta” del Re Willem-Alexander Oranje-Nassau perchè è salito al trono nel 2013, un anno dopo Floriade 2012.

Qualche numero su Floriade

Giusto per dare qualche idea sui numeri che genera un evento come Floriade, ecco alcuni dati dell’edizione di Venlo nel 2012:

  • 2 milioni complessivamente
  • 28 paesi partecipanti
  • 66 ettari di esposizione (di cui 22 ettari con boschi, 2,5 ettari edificati, 4 ettari con laghi e corsi d’acqua)
  • 1.700 alberi piantati
  • 20.000 arbusti
  • 200.000 piante perenni
  • 65.000 piante acquatiche
  • 1,5 milioni di bulbi da fiore
Floriade 2012
Un giardino verticale a protezione di una parete esterna di un edificio residenziale o industriale

Floriade 2022

Ogni edizione ha un tema differente: quello di Floriade 2022 è “Growing Green Cities“. Durante i sei mesi di questo expo i visitatori potranno scoprire le soluzioni proposte da innovatori e varie società specializzate per rendere le nostre città più verdi (green), belle e sostenibili.

Il sito di 60 ettari di Floriade 2022 diventerà, dopo la chiusura della manifestazione, un nuovo, moderno, verde e sano quartiere di questa città città. Per rimarcare ulteriormente il tema dell’evento appena conclusosi verrà chiamato Hortus.

Floriade 2022 avrà luogo sul versante sud del Weerwater di Almere, un lago artificiale posto in zona centrale e che fino ad ora era utilizzato a scopi ricreativi.

Oltre 40 paesi avranno un padiglione a Floriade 2022. Ciascuno di essi mostrerà ai visitatori la propria cultura ma, soprattutto, quello che la natura e le nuove tecnologie offrono o potranno offrire in un futuro prossimo per migliorare la qualità della vita nelle città. Anche l’Italia ha confermato recentemente che sarà tra i paesi partecipanti.

Qualche novità di Floriade 2022? La Francia esporrà degli avveniristici edifici smontabili, la Germania proporrà soluzioni innovative per rendere maggiormente sostenibile l’interazione tra natura e città. L’Indonesia porterà i visitatori a viaggiare nello stile di vita tipico di questo arcipelago facendo un raffronto tra quello tradizionale e quello moderno. Ovviamente  sempre tenendo ben a mente il pensiero di fondo della popolazione indonesiana che è quello di vivere in modo dinamico con la natura.

I padiglioni saranno collegati gli uni agli altri da giardini e piccole aree boschive con percorsi tematici. Si potranno inoltre vedere esposizioni florovivaistiche ed orticolturali, giardini verticali, colture idroponiche, giardini esperenziali e sensoriali. I visitatori potranno assistere a conferenze, filmati ma anche spettacoli vari e partecipare ad alcune attività organizzate nei vari padiglioni. Ci saranno anche attività apposite per i bambini e non mancheranno le aree relax e di ristoro.

Inoltre nelle città che ospitano Floriade vengono organizzate manifestazioni musicali e culturali per completare l’offerta turistica. A breve sarà disponibile il programma completo degli eventi previsti sia a Floriade che nella città di Almere.

Floriade 2012
Floriade 2012: pannelli fotovoltaici ed il tetto verde, una perfetta sinergia che migliora la resa e l’efficienza dei pannelli

Come era già successo nelle due precedenti edizioni, una cabinovia permetterà ai visitatori di ammirare dall’alto l’intera expo Floriade 2022. L’effetto a “volo d’uccello” è molto piacevole e permette di avere una visuale panoramica di tutta l’area espositiva.

Alcune delle soluzioni proposte possono sembrare decisamente all’avanguardia. Tuttavia guardando tempo fa un servizio in televisione sulla coltivazione computerizzata dei pomodori nei Paesi Bassi mi è venuto in mente che a Floriade 2002 avevo visto un prototipo di quel sistema nel padiglione olandese. Quello che nel 2002 sembrava un progetto innovatore, da alcuni anni è ormai utilizzato in molte aziende olandesi che coltivano fiori ed ortaggi.

Floriade 2012
Vista panoramica di Floriade 2012: a destra spicca l’Innovatoren di 70 metri, uno degli edifici simbolo di quella edizione

Considerazioni

Floriade è un evento interessante ma particolare, non è il classico parco olandese con piante e varie fioriture. E’ un mix di orticoltura, arte, cultura, innovazione, tecnica, ecologia, sostenibilità, lifestile.

E’ un modo per proiettarsi verso il futuro più o meno prossimo. Floriade è come un immenso ponte a sbalzo verso il futuro ma collegato al presente.

Suggerimenti per la visita

Decidendo di trascorrere una vacanza nei Paesi Bassi, consiglio di visitare a questo particolare evento che si svolge ogni 10 anni. In primavera suggerirei di abbinare la visita a Floriade e Keukenhof, dedicando una giornata intera a ciascuno. Sono due eventi diversi ma, a mio avviso, complementari l’uno all’altro.

Cosa portare con sé: giacca antipioggia, macchina fotografica digitale o un’alternativa di vostro gradimento, scarpe comode perchè si cammina molto.

Floriade Theater 2012
Il teatro per gli spettacoli allestito per Floriade 2012

Informazioni utili

  • i biglietti d’ingresso giornalieri che includono anche una corsa sulla cabinovia saranno prenotabili online dall’autunno 2021. Al momento i prezzi non sono ancora stati pubblicati. Ci saranno anche soluzioni più economiche per chi vorrà distribuire la visita su più giorni e per i gruppi. Solitamente eventi di questo tipo prevedono forti agevolazioni per le persone anziane o con disabilità
  • orario di apertura: tutti i giorni dalle 10 alle 19
  • la maggior parte degli eventi olandesi (Keukenhof, Bollenstreek Bloemencorso …ecc) nel 2020 e 2021 sono stati annullati a causa della pandemia Covid-19. I Paesi Bassi però fremono per riprendere tutte le attività a pieno regime. Prova ne sia che il parco Keukenhof aveva riaperto quasi a sorpresa ad aprile 2021 anche se ad un numero più limitato di visitatori giornalieri. Sono convinta che Floriade si svolgerà regolarmente, anche perchè la maggior parte delle esposizioni e degli allestimenti è all’aria aperta.
  • coordinate Floriade 2022 su Google Maps: https://bit.ly/2WCPeqq
  • indirizzo Floriade 2022: Archerpad 8, 1324 ZZ Almere, Paesi Bassi

Aggiungi questo Pin nella tua bacheca Pinterest o condividilo su questa piattaforma

Come raggiungere Floriade 2022

  • bicicletta: numerose sono le ciclabili che permettono di raggiungere Almere e Floriade da ogni punto dei Paesi Bassi. Vicino all’ingresso principale sarà predisposto un ampio parcheggio gratuito e custodito per le bici.
  • auto: prendere l’uscita 4 (Almere-Haven) sull’autostrada A6, seguire le indicazioni per Floriade. Nelle vicinanze dell’esposizione saranno allestiti parcheggi a pagamento per le autovetture.
  • treno ed autobus: Almere dispone di diverse stazioni dei treni e dei bus. Partendo da Amsterdam, sono frequenti i treni NS Sprinter che partono dalla stazione di Amsterdam Central verso la stazione Almere Centrum. Il tragitto in treno dura circa mezz’ora. Per gli spostamenti consiglio il solito sito 9292.nl che permette di calcolare spostamenti con relativi prezzi tra una destinazione e l’altra oppure i siti delle ferrovie olandesi e della compagnia di bus Connexxion (ved. qui sotto).

Link utili

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright GIRINGIRO

3 thoughts on “Floriade 2022 ad Almere nei Paesi Bassi

  1. Sai che non sapevo nulla di questo evento e già il fatto che si tiene solamente ogni 10 anni mi invoglia a parteciparvi. I Paesi Bassi sono uno di quegli Stati europei in cui torno sempre volentieri e ho in programma di rivisitarli in primavera, chissà, magari già la prossima, approfittando di questa esposizione. Ti ringrazio molto per averne parlato e per tutti i consigli utili che hai dato.

    1. Non sei la sola Valentina, anche noi l’abbiamo scoperta per caso nel 2002 quando Andrea era andato la prima volta nei Paesi Bassi per il progetto della sonda Rosetta. La manifestazione attira un gran numero di visitatori olandesi ed internazionali ma, sicuramente, non è famosa quanto Keukenhof, i vari Bloemencorso ed il Koningsdag. Il tema è anche un po’ meno “frivolo” (passami il termine) rispetto alle altre tipiche manifestazioni olandesi, se dovessi andarci mi farebbe piacere avere la tua opinione. Ciao e grazie di essere passata dal blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *