Panorama di Trisobbio

Sei alla ricerca di una sistemazione che sia più di un semplice luogo in cui dormire? Stai pensando a dove trascorrere un fine settimana od una vacanza nella natura e magari un po’ fuori dai soliti schemi? Hai mai preso in considerazione l’idea di staccare letteralmente la spina con il mondo, soprattutto quello digitale?

Questo post fa proprio al caso tuo. Ti suggerisco 3 imperdibili e pazzeschi luoghi in cui pernottare e trascorrere un soggiorno da sogno in Piemonte e, più precisamente, in Alto Monferrato:
– delle vere botti di vino oppure una casetta degli hobbit
– una diligenza in legno in mezzo alla campagna
– delle casette su palafitte in mezzo alla natura, vere e proprie camere con vigna

Dove si trova l’Alto Monferrato? Nella parte più bassa della provincia di Alessandria. E’ quella lunga striscia di terra collinare che a nord confina con la pianura alessandrina e a sud si spalma e confonde con l’Appennino Ligure. E’ una terra di mezzo: piemontese d’appartenenza ma ligure nei profumi e sapori. Qui trovi la più alta percentuale di castelli per km quadrato d’Europa, piccoli e sonnecchiosi borghi ma anche vigneti e panorami in buona parte ancora selvaggi e poco trasformati dall’uomo. Inoltre da questa zona è facile raggiungere Genova e la Liguria.

Benvenuto in Alto Monferrato.

B&B Pervinca, Rocca Grimalda (Al)
La casa degli hobbit presso il B&B Pervinca

B&B Pervinca a Rocca Grimalda (Al)

Dormire in una vera botte o nella casa di un personaggio di Tolkien: qui si può

  • Adatto a: coppie e single (botti); amici, coppie e famiglie (casa degli Hobbit, stanze ed appartamenti)
  • Indirizzo: B&B Pervinca, Località Schierano 182, 15078 Rocca Grimalda (Al)
  • Posizione su Google Maps: https://goo.gl/maps/ZudWCJKVqSFHNU6FA
  • Telefono: +39 0143 841612
  • Titolari: Pervinca e Fabio
  • Piscina: no
  • Sauna: si
  • Animali ammessi: si
  • A disposizione degli ospiti: barbecue e forno a legna in giardino, piccola zona fitness
  • Prezzi e/o informazioni: contattare direttamente la struttura
  • Note: il B&B è presente sui principali portali e siti di prenotazione online come Booking, Airbnb, Expedia ….ecc
  • Sito web: https://www.pervinca-bb.it/
  • Pagina FB: https://www.facebook.com/B-B-Pervinca-315562935173779/

Il B&B Pervinca di Rocca Grimalda presenta varie tipologie di soggiorno (2 camere, 2 appartamenti in un casale in pietra dell’800, le antiche botti e la casetta degli Hobbit). Io però mi sono concentrata sulle due soluzioni più particolari e che accontentano sia coppie adulte che vogliono provare l’esperienza di dormire all’interno di due grosse vere botti in legno che quelle di famiglie con bambini che sono più attratte dalla perfetta ricostruzione di una casa degli Hobbit. Ovviamente la seconda opzione non è richiesta esclusivamente da chi viaggia con i bimbi ma attira anche molti adulti appassionati dei racconti fantastici e del genere high fantasy alla Tolkien.

ll B&B Pervinca è situato lungo la provinciale SP185 in località Schierano (piccolissima frazione del Comune di Rocca Grimalda), dista circa 6km da Ovada e poco di più dall’omonimo casello autostradale sull’A26. 

Sono andata in questa struttura a fine maggio 2021 ed ho fatto una lunga e piacevole chiacchierata con la gentile proprietaria del B&B. Mi ha colpita molto una frase che lei mi ha riportato e che è tratta da una recensione che le aveva lasciato una cliente dopo aver soggiornato nella casa Hobbit “vi ringrazio per averci fatto vivere un sogno”. In effetti non mi sarei meravigliata di veder uscire Bilbo Baggins sorridente da una di quelle due colorate porte tonde della casetta degli hobbit.

Il B&B Pervinca è nato 16 anni fa, inizialmente con le due stanze ed i due appartamenti tradizionali che sono ancora presenti nell’edificio principale poi nel 2018 sono state aggiunte le botti in giardino e nel 2019 la casa degli Hobbit.

Come è nata l’idea di far soggiornare gli ospiti in una botte?

Pervinca mi spiega che navigando su internet aveva visto un B&B in Baviera (Germania) dotato di sei botti in mezzo ai vigneti. La sistemazione era tuttavia molto spartana, lei ed il marito avrebbero voluto creare una struttura più confortevole. Prima di trovare delle botti di adeguate misure è però trascorso un po’ di tempo fino a quando è riuscita a sapere che i Padri Scolopi di Ovada stavano cercando qualcuno che prendesse le gigantesche ed antiche botti che si trovavano nelle cantine del loro edificio e che erano state dismesse da tempo. Non è stato semplice trasferire quelle grosse botti al B&B anche perchè erano state costruite dentro alle cantine stesse. Sono state così smontate, numerati i vari pezzi, poi ricostruite nel giardino del B&B e modificate per renderle abitabili. E’ stato un lavoro immane che è durato circa un anno.

Botti in legno del B&B Pervinca
Le antiche botti presso il B&B Pervinca

Tramite tre gradini si sale nella piccola veranda e da qui si entra nella prima botte in cui è stato posizionato l’originale lavabo. Un cartello vicino all’ingresso recita “una botte per un sogno” ed in effetti entrando ci si rende subito conto del perché.

La struttura consta di due grosse botti vere in legno poste l’una vicina all’altra ed unite da una struttura in legno di collegamento che ospita il bagno e la doccia. Dal piccolo corridoio si accede alla seconda grossa botte che è occupata interamente dal letto matrimoniale. Quasi un’alcova, piccoli spazi ma dotati di tutto il necessario per gli ospiti.

Al di sopra delle botti è stata costruita una tettoia per ripararle dalle intemperie ed isolarle maggiormente. Anche nelle botti la cura dei dettagli è impressionante: un lampadario creato con antichi sci in legno, le prese di corrente e gli interruttori che ricordano quelli antichi in ceramica, una bacinella in ceramica come lavandino, le vezzose tendine alle finestre, antichi strumenti da lavoro come decorazioni.

Questo è un piccolo e grazioso ambiente per chi ama il nettare del dio Dioniso. Agli ospiti viene donata una bottiglia di vino locale da degustare nella veranda oppure nel più ampio gazebo del giardino dove trova posto anche la sauna. Ovviamente anche quest’ultima è inserita in una botte.

Il letto nella botte
La camera da letto ricavata dentro ad una delle due botti

Ed invece come hanno fatto degli Hobbit a traslocare dalla Terra di Mezzo a Schierano?

Successivamente Pervinca e Fabio decidono di aggiungere una terza stanza in muratura al loro B&B ma vogliono creare qualcosa di originale rispetto a quelle che già possiedono. La prima idea è quella di creare una casetta sull’albero ma non è realizzabile così si mettono alla ricerca di nuove idee su internet e si imbattono nella foto della casa di Sam alla fine del film Il Signore degli Anelli. E’ amore a prima vista e decidono così di far realizzare una graziosa casetta addossata al fianco della casa principale e che rievochi quella del film. Anche il nome della nuova costruzione deriva da Elanor, una delle figlie di Sam.

Alla fine il risultato è stupefacente e la particolarità di questa casa degli Hobbit travalica i confini nazionali ed europei. Basti pensare che un numero considerevole di richieste per pernottare in questa struttura è di persone provenienti dalla Russia e dall’est Europa.

Interno casa hobbit al B&B Pervinca
La camera matrimoniale nella casa degli Hobbit con la bella riproduzione della Terra di Mezzo

Davanti alla casa degli Hobbit c’è il piccolo e curato giardino di Elanor con la sorgente d’acqua che è stato strutturato in corso d’opera anche tenendo conto dei suggerimenti ricevuti nel tempo dalle persone che hanno alloggiato qui. Al centro troneggia un enorme masso di pietra di 60 quintali che funge da altare per i matrimoni di rito celtico che vengono celebrati da un druido o una sacerdotessa.

Pervinca mi ha raccontato di aver ricevuto richieste per questa particolare location anche da gruppi di persone appassionate di giochi di ruolo. La pandemia ha però purtroppo bloccato tutte le possibili attività con gruppi numerosi di persone. 

La casa degli Hobbit è composta da due ambienti distinti. Entrando nella porta rotonda di destra di colore blu si accede alla saletta in cui viene solitamente servita la colazione a tutti gli ospiti del B&B. I tavolini sono delle originali botti. In periodo di pandemia i vari nuclei familiari vengono però suddivisi in più zone della struttura per ottemperare alle vigenti normative anticontagio. Con la bella stagione è anche possibile sfruttare il gazebo vicino alla sauna per fare colazione. Dai discorsi ho capito che Pervinca tiene molto al fatto che i suoi ospiti possano trovarsi a loro agio in questo momento del loro soggiorno e li vizia con prodotti golosi e salutari, possibilmente del territorio. Inoltre cerca di andare incontro a particolari esigenze alimentari della clientela purché siano manifestate in anticipo.

Dalla porta rotonda verde sulla sinistra si accede invece al monolocale vero e proprio della casa degli Hobbit che include un letto matrimoniale sul quale troneggia una fedele riproduzione della mappa della Terra di Mezzo dipinta sulla parete, un letto a castello per i bambini, il bagno dotato di tutto il necessario ed una piccola grotta che funge da zona relax. Per andare incontro alle esigenze di famiglie più numerose c’è anche la possibilità di aggiungere un’ulteriore brandina facendo così diventare la camera da 5 posti letto. L’ambiente è molto particolare, ogni decorazione è curata nei minimi dettagli e niente è stato lasciato al caso. Sembra proprio di entrare in un’altra dimensione, quella degli hobbit per l’appunto.

Ad un certo punto mi è sembrato quasi di essere entrata a far parte di quel mondo fantastico e non mi sarei meravigliata più di tanto di veder uscire un hobbit da un antico baule verde vicino al letto a castello.

Casa dehli hobbit, B&B Pervinca
La stanza per i bambini nella casa degli hobbit

La struttura muraria portante è stata ricoperta in vari punti di polistirolo ad alta densità, un materiale usato in vari parchi giochi per creare scenografie ed ambientazioni oppure diorami naturalistici. Un esperto artigiano ha sagomato con una fresa apposita a caldo questi blocchi ricreando perfettamente l’effetto di pietre, rocce, alberi e travature in legno antichizzate. La resinatura e pittura finale con varie sfumature ed effetti chiaroscurali ha poi permesso di rendere estremamente realistico il rivestimento interno della casa degli hobbit.

E dopo un’escursione a piedi o in bici nella zona oppure una degustazione in qualche azienda agricola, perchè non sedersi a leggere un libro sulla panchina di Frodo all’ingresso della casetta degli hobbit del B&B Pervinca? Altrimenti ci si può rilassare nel gazebo oppure nel fresco ed ombrato giardino in cui i bambini possono giocare al sicuro perchè il B&B è recintato.

Cosa fare e vedere in zona: proposte del B&B Pervinca

  • degustazione di vini presso cantine della zona
  • escursioni a piedi, in bici o cavallo appoggiandosi a guide ed attività della zona
  • Pervinca e Fabio aiutano volentieri i loro ospiti fornendogli spunti per visitare e scoprire il territorio, anche dal punto di vista enogastronomico
B&B Pervinca a Rocca Grimalda (Al)
La saletta della colazione del B&B Pervinca

B&B La Diligenza
Eccomi arrivata al B&B La Diligenza in località Lercaro ad Ovada

B&B La Diligenza a Tagliolo Monferrato (Al)

Diligenza o caravan gipsy? Scoprilo con me

  • Adatto a: coppie, amici e famiglie (max 4)
  • Indirizzo: B&B La Diligenza, Strada Lercaro 15, 15076 Ovada (Al)
  • Posizione su Google Maps: https://goo.gl/maps/WyNEMKSNtd6NDvYi7
  • Telefono: +39 348 7500498
  • Titolari: Luisa ed Alberto
  • Piscina: no
  • Animali ammessi: si
  • A disposizione degli ospiti: barbecue e biciclette “muscolari”
  • Prezzi e/o informazioni: contattare direttamente la struttura
  • Note: il B&B è presente sui principali portali e siti di prenotazione online come Booking, Airbnb, Zampa Vacanza …ecc
  • Sito web: http://www.ladiligenzabb.it/
  • Pagina FB: https://www.facebook.com/ladiligenzabb

Il B&B La Diligenza è situato in campagna su un poggio verdeggiante a circa 5km da Ovada ed a 6,7km dall’omonimo casello autostradale. Arrivando dall’autostrada è più breve passare per Belforte Monferrato e poi per Tagliolo Monferrato piuttosto che seguire i cartelli per Ovada.

Partendo da Ovada percorro la SP155 in direzione Silvano d’Orba, all’altezza di un ponte autostradale giro a destra su Strada Lercaro. Dopo poco più di 1km imbocco una strada sterrata sulla destra e, poco più avanti, noto l’insegna del B&B e riconosco l’inconfondibile sagoma della diligenza che spunta oltre la siepe. Pomeriggio di inizio giugno: ad accogliermi c’è la gentile proprietaria Luisa che mi fa accomodare nel gazebo a fianco della diligenza/caravan per scambiare alcune chiacchiere.

La diligenza B&B di Ovada
Che luogo romantico per trascorrere un soggiorno in Ovada e dintorni

Da dove è partita l’intuizione di posizionare una diligenza/caravan nel giardino del B&B?

Luisa mi ha raccontato di aver sempre avuto voglia di gestire un B&B perchè ha sempre amato attorniarsi di persone e di ricevere amici nella sua casa. Anzi gli amici stessi la spronavano ad aprire un B&B nella ex Cascina Bazzucca che aveva pian piano ristrutturato con il marito. Tuttavia, nonostante la voglia di dar vita a questo “sogno”, varie cose l’avevano un po’ frenata e l’idea del B&B era così stata accantonata in un cassetto.

Partecipando ad una fiera dei cavalli a Verona, Luisa si imbatte in un carrozzone di legno in esposizione ed è amore a prima vista. Si fa spiegare per filo e per segno dal rappresentante tutte le caratteristiche di questi caravan in legno che vengono costruiti nella loro azienda in Toscana e così nasce la voglia di realizzare il suo sogno ed aprire un B&B con annesso carrozzone di legno. La decisione ovviamente coinvolge un po’ tutta la famiglia anche perchè ci sono un po’ di ostacoli burocratici da superare che ne rallentano la realizzazione.

Ma, come tutte le storie a lieto fine, cambia un pochino anche la regolamentazione dei B&B a livello regionale e Luisa vede finalmente uno spiraglio per poter aprire il cassetto con il suo desiderio. Si reca allora in Lunigiana presso l’azienda che aveva conosciuto in fiera con le idee ben chiare di come avrebbe voluto far realizzare il “suo” carrozzone perchè nel frattempo si era documentata molto. Anche la fase di consegna non è stato uno scherzo perchè la casa mobile è lunga 8 metri più 1 metro di terrazzino ed il suo trasporto dalla Toscana e la messa a dimora nel prato del B&B sono stati a tratti piuttosto movimentati ed avventurosi.

Però alla fine la soddisfazione è stata tanta; Luisa mi ha raccontato che i primi tempi si affacciava spesso dalla finestra di casa per ammirarlo, quasi incredula di esser riuscita finalmente a realizzare il suo sogno.

B&B La Diligenza

Successivamente Luisa ed Alberto hanno sistemato tutta l’area attorno alla diligenza per creare un ambiente piacevole e confortevole per gli ospiti con un bel prato verde ed alcuni alberi da frutto. Di recente hanno aggiunto anche un grosso gazebo dove i villeggianti possono consumare la colazione oppure i pasti nella bella stagione. Il tavolo ed i sedili sono balle di paglia e rendono ancora più l’idea di una vacanza a stretto contatto con la natura.

Approfitto della gentilezza di Luisa e mi faccio illustrare il carrozzone del B&B La Diligenza. E’ incredibile come sia funzionale ed accogliente oltre che arredato con gusto. Gli spazi sono ben congeniati. Entrando c’è una piccola zona cucina sulla sinistra e sulla destra ci sono un armadio ad un’anta ed un tavolo pieghevole con le sedie. Poco oltre ci sono un divano che si trasforma in letto ad una piazza e mezza e l’incantevole letto matrimoniale a baldacchino. Quest’ultimo ha dei comodi scomparti sotto per poter riporre i bagagli e liberare spazio nel caravan. In fondo, dalla parte opposta dell’ingresso, c’è la zona bagno con tutto il necessario. Il carrozzone è dotato di TV ed aria condizionata.

I mobili costruiti su misura permettono di sfruttare al massimo gli spazi. L’interno è luminoso perchè la diligenza è in legno chiaro e dotato di varie finestre con bella vista sui prati circostanti. E’ carina l’idea di isolarsi in una zona così verde pur essendo a breve distanza da una cittadina.

B&B La Diligenza

Oltre che Luisa, Alberto ed i due figli della coppia anche i loro simpatici cagnoloni Jackson e Sissy collaborano a rendere unica la vacanza nella diligenza. Nel B&B ci sono inoltre alcune caprette ed i due cavalli della coppia che ama cavalcare. Se avete animali da compagnia in questa struttura troverete un ambiente adatto alle loro esigenze, per i cani ci sono numerose possibilità di fare passeggiate.

Ricca e golosa la colazione che viene servita agli ospiti del B&B La Diligenza; prediligendo, ove possibile, prodotti a km zero.

Per quanto riguarda la clientela molti sono gli italiani che, dopo la pandemia, non vedono l’ora di trascorrere un po’ di sano relax in luoghi all’aperto e lontani dalla folla ed anche diversi stranieri. Ad agosto 2020 la struttura ad esempio è stata praticamente sempre occupata da turisti stranieri.

Cosa fare e vedere in zona: proposte del B&B La Diligenza

  • degustazione di vini presso cantine ed acquisto di prodotti a km 0 in fattorie ed aziende agricole della zona
  • passeggiate a cavallo oppure in MTB ed e-bike appoggiandosi a guide e/o attività della zona
  • Luisa ed Alberto sono ben lieti di aiutare i loro ospiti a trascorrere delle serene vacanze e sono disponibili a fornire suggerimenti per visitare e scoprire il territorio, anche dal punto di vista enogastronomico

Diligenza o caravan? Ammetto di essere indecisa ancora adesso su come definirlo. Io credo che ciascuno possa interpretarlo come meglio crede, magari lasciandosi ispirare dalla fantasia o dai propri sogni. D’altronde anche questa location è nata da un “sogno” della proprietaria che ha potuto finalmente vederlo realizzato.

B&B La Diligenza

B&B La Bella Vite
B&B La Bella Vite: camere con vigna in un tardo pomeriggio d’estate

Eco-bio agriturismo La Bella Vite a Carpeneto (Al)

Vorrei concludere la giornata sedendomi sulla terrazza di una di queste “camere con vigna” ad ammirare il sole che tramonta e sorseggiare del buon vino con il frinire delle cicale come musica di sottofondo

Alzi la mano chi, da bambino/a non ha mai sognato di avere una casa sull’albero. Presso l’eco-bio agriturismo La Bella Vite di Carpeneto gli adulti possono quasi realizzare questo sogno. Anzi, più precisamente, qui si può trascorrere un magnifico e rasserenante soggiorno in confortevoli casette di legno posizionate come palafitte in un ambiente naturale fatto di alberi da frutto e vigneti a perdita d’occhio.

Tutto attorno è natura allo stato puro in cui rilassarsi e disconnettersi materialmente dalla frenetica vita moderna. Gli edifici sono ben armonizzati nell’ambiente circostante, dalle terrazze e dalle finestre di queste costruzioni si gode una bella vista sui vigneti dell’azienda agricola Rocco di Carpeneto.

La zona è isolata, non ci sono strade trafficate nelle vicinanze, silenzio e tranquillità la fanno da padroni.

Carpeneto è un piccolo paese sulle colline a nord-est di Ovada, l’agriturismo La Bella Vite è però situato in prossimità della strada secondaria Bardeneto-Spesse che da Carpeneto conduce verso Cascina Vecchia e San Giacomo. Più sotto vi indico il punto esatto segnalando la posizione della struttura su Google Maps tramite link. 

B&B La Bella Vite
La stanza Ròo (alone della luna)
  • Adatto a: coppie, single, amici
  • Indirizzo: Eco Bio Agriturismo La Bella Vite, Strada Cascina Rocco 500, 15071 Carpeneto (Al)
  • Posizione su Google Maps: https://g.page/labellavite?share
  • Telefono: +39 0143 1870034 , +39 348 8101442
  • Titolari: Lidia e Paolo
  • Piscina: si
  • Animali ammessi: si
  • A disposizione degli ospiti: piccola area wellness, azienda vitivinicola Rocco di Carpeneto
  • Prezzi e/o informazioni: contattare direttamente la struttura
  • Note: il B&B è presente sui principali portali e siti di prenotazione online come Booking, Airbnb, Expedia …. ecc.
  • Sito web: http://labellavite.it/
  • Pagina FB: https://www.facebook.com/labellavite
La Bella Vite: terrazza sulle vigne
La terrazza per le colazioni degli ospiti della struttura: una magnifica vista sulle vigne vi darà il buongiorno

Una bella storia di amore per il territorio e dei suoi frutti, in particolare il nettare di Dioniso

La storia ed anche la nuova vita di Lidia e Paolo inizia nel 2009 con l’acquisto dell’antico cascinale ove successivamente sorgerà l’agriturismo e dell’annessa azienda agricola che viene avviata nel 2011. In principio erat vinum: l’attività iniziale è infatti esclusivamente dedicata alla produzione di vini. Nel 2013 vengono create due dependance in muratura in giardino, a ridosso della piscina, per ospitare coppie che vogliano trascorrere momenti di relax nella natura e, soprattutto, in una vera azienda produttrice di vini.

Da quando hanno iniziato la loro avventura in Alto Monferrato, i proprietari sono passati dai 4,5 ai 12 ettari attuali di vigneti della tradizione. A quelle più ampie di Cortese, Dolcetto e Barbera si affiancano alcune vigne più piccole di Freisa, Albarossa e Nebbiolo. Si producono esclusivamente vini naturali.

In quelli che erano un deposito e la piccola cantina dell’antico cascinale, debitamente modificati e ristrutturati, sono state ricavate la reception, l’ampia sala da degustazione in cui si possono assaporare i vini dell’azienda Rocco di Carpeneto in abbinamento ad alcune prelibatezze gastronomiche del territorio come formaggi di capra, salumi che di altre zone. In un’ala con affaccio sui vigneti dell’azienda c’è poi la terrazza coperta nella quale vengono servite le colazioni. In caso di maltempo o freddo le colazioni vengono servite nella sala degustazioni. E’ tardo pomeriggio e la luce del sole è sempre più calda ed intensa man mano che il sole comincia a calare accarezzando i bei vigneti. Il panorama da quella terrazza è incantevole.

B&B La Bella Vite a Carpeneto (Al)
La camera Aur-Oura (or ora)

Successivamente Lidia e Paolo pensano di aggiungere delle case sugli alberi ma l’idea non è purtroppo fattibile anche per la mancanza di piante di dimensioni adeguate. Contattano un’azienda tedesca che crea questa tipologia di costruzioni e si appoggiano all’architetto e design manager Paolo Scoglio specializzato in bioarchitettura. Il progetto, seppure con qualche ritardo di carattere bucocratico, vede finalmente la luce e vengono così edificate queste case a basso impatto ambientale che poggiano su palificazioni tra il 2014 ed il 2016. In totale ci sono quattro costruzioni in legno, vetro ed acciaio, moderne, lineari ed ecocompatibili. Ciascuna delle quali ha un nome diverso che deriva dal dialetto locale oppure da quello del Monferrato: Aur-oura, Ròo, Erche e Rataraura.

Per raggiungere queste case in vigna c’è una lunga passerella in legno, leggermente sopraelevata sul terreno, che parte dalle costruzioni principali e dalla piscina e viene illuminata di sera.

I moduli abitativi sono raggruppati a due a due ma costruiti in modo che gli occupanti di ciascuno possano avere un’atmosfera di intimità. Aur-oura e Ròo sono quadrate e costruite a due diverse altezze sopra una piattaforma in legno che a sua volta è leggermente sopraelevata dal terreno. Questa ampia terrazza è dotata di divanetti e poltrone per rilassarsi e godere della vicinanza con la natura. Queste case su richiesta possono essere dotate di due letti per bambini.

Le altre due costruzioni invece, Rataraura ed Erche, sono le ultime edificate in ordine di tempo. Di forma rettangolare sono rialzate di circa un metro sopra il terreno, quindi poste ad un livello più basso rispetto alle prime due costruite. La forma rettangolare è però interrotta da una pianta di Liquidambar che è stata fatta crescere in una sorta di ampia nicchia vetrata che, oltre ad una funzione decorativa, separa la zona notte dal bagno. Entrambe le camere sono dotate di terrazza con affaccio diretto su uno dei vigneti dell’azienda agricola. Queste case sono speculari ma costruite in modo che da un terrazzo non si veda quello dell’altra casa.

B&B La BellaVite a Carpeneto
La camera Erche (arcobaleno)

I 4 moduli sono molto minimal, contengono la camera da letto ed il bagno. L’immersione nella natura è totale perchè le costruzioni sono in simbiosi con la natura stessa e quasi si mimetizzano tra la vegetazione ed i vigneti. Non ci sono schermi TV, non esiste il wi-fi, non è possibile arrivare con l’auto vicino, il frigo è comunitario e posto nell’area dove viene servita la colazione. In prossimità delle case sulla piattaforma fa bella mostra un Dutchtub, un modo originale per rilassarsi con un bagno in acqua calda circondati dalla natura. Anzi il suo ideatore, il designer olandese Floris Schoonderbeek, aveva architettato queste particolari vasche nel 2003 con l’intento di creare un contatto diretto con l’ambiente circostante.

Per far funzionare la Dutchtub occorre posizionare della legna ed accenderla nell’apposito contenitore con serpentina posto a fianco della vasca. Man mano che l’acqua si riscalda passando nella serpentina calda, viene riempita la vasca. In base a vari fattori possono essere necessarie fino a 2 ore prima che l’acqua raggiunga una temperatura di 38°C. Il sistema richiede un po’ di pazienza perchè occorre dargli tempo di riscaldare l’acqua tramite la sua circolazione naturale. Alla fine però è davvero piacevole rigenerarsi in questa Dutchtub, magari dopo una giornata spesa tra degustazioni di vini o escursioni in zona

Una bella piscina con copertura mobile posta vicino alle due dependance ed alla casa padronale completa l’offerta.

B&B La Bella Vite a Carpeneto
La camera Rataraura (pipistrello), si nota bene la pianta di Liquidambar che sembra fuoriuscire dal modulo abitativo

Cosa fare e vedere in zona: proposte dell’eco-bio agriturismo La Bella Vite

Oltre alle degustazioni dei propri vini nell’apposita sala, Lidia e Paolo supportano la loro clientela al meglio fornendo informazioni ed idee su cosa visitare nei dintorni in modo da rendere il soggiorno ancora più piacevole.


Conclusioni

Oltre al fatto di avervi proposto tre particolarissime sistemazioni per trascorrere una vacanza od un fine settimana nell’Alto Monferrato, devo ammettere che mi è piaciuto molto chiacchierare con i proprietari di queste strutture.
Ascoltare le loro storie, le motivazioni che li hanno spinti a scegliere questi progetti, le difficoltà che inevitabilmente hanno dovuto affrontare prima di poter finalmente veder realizzato il loro “sogno” è stato molto appagante ed anche istruttivo.

Il comune denominatore é stata la voglia di creare qualcosa di diverso ma che potesse emozionare gli ospiti e stupirli ma anche rigenerarli. Dopo averle viste, ammetto che tutte e tre le strutture permettono di realizzare i sogni della propria clientela nel migliore dei modi. A questo punto non vi resta che provarle! Fateci un pensierino anche nel periodo del foliage, la zona è ricca di vigneti e boschi che in autunno si tingono di calde colorazioni e poi quello è il periodo giusto per gustare una prelibatezza come il tartufo bianco della zona.

Dal dialogo con i rispettivi proprietari ne è scaturita una grande passione per la loro attività ed anche per questo territorio di confine. L’Alto Monferrato non è un semplice luogo ma un territorio fatto di bellissimi panorami che emozionano il visitatore per la loro varietà. Si alternano colline trasformate dall’uomo a vigneti, mezze montagne ancora selvagge a boschi incontaminati e poi borghi e castelli a profusione. L’Alto Monferrato va gustato lentamente come si farebbe con un calice di buon vino

Link utili

Note

  • Post scritto in collaborazione con le tre strutture sopra indicate dopo averne effettuato un sopralluogo
  • Ringrazio Silvia Repetti dell’agenzia viaggi Travelconsulting Ovada per avermi fornito spunti molto interessanti per la stesura di questo post
  • Foto di copertina: un tipico borgo dell’Alto Monferrato con il suo castello al centro e le antiche case addossate, in particolare la foto ritrae Trisobbio, bandiera arancione del Touring Club Italiano nel 2021.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright GIRINGIRO

Condividi l'articolo su

6 thoughts on “3 luoghi indimenticabili in cui soggiornare in Alto Monferrato

  1. Ero giusto alla ricerca di posti insoliti dove dormire!!! Mi sono innamorata dell’eco-bio agriturismo e del caravan e penso che le prenderò in considerazione prossimamente per un giro e degustazione nei vigneti!

    1. Sono di parte perchè originaria di queste zone però credo che l’Alto Monferrato meriti di essere gustato sia come panorami che dal punto di vista dell’enogastronomia e quindi soggiornare in una struttura a contatto con la natura è il modo migliore per apprezzare queste zone di confine tra Piemonte e Liguria

  2. Ma questi B&B? Uno più bello e singolare dell’altro! Io che ne voglio aprire uno devo assolutamente prendere ispirazione! Il più bizzarro è quello della botte, unico davvero!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *