Vai al contenuto
Sei in Home » Guide » Come raggiungere Amsterdam dal suo aeroporto Schiphol

Come raggiungere Amsterdam dal suo aeroporto Schiphol

  • Guide

Schiphol, il principale aeroporto olandese, si trova a sud-ovest di Amsterdam ed è molto ben collegato alla capitale sia di giorno che di notte. Vediamo assieme quali sono i principali mezzi di trasporto da e per l’aeroporto di Amsterdam.

Schiphol: più di un semplice aeroporto

Secondo i dati del 2020, Schiphol è il quarto aeroporto europeo per volume di traffico passeggeri, il terzo come trasporto merci ed il più trafficato in assoluto come movimento degli aeromobili. Tanto per dare un’idea, il numero complessivo di passeggeri che è atterrato o ha transitato a Schiphol nel 2019 (ultimo anno prima della pandemia Covid-19), è stato 71.680.479.

Schiphol AMS è attualmente in 29a posizione nella classifica 2023 dei migliori aeroporti di tutto il mondo stilata annualmente da Skytrax nel suo report “World’s Top 100 Airports 2023”. Nel 2022 era in quindicesima posizione ma gli effetti dei pasticci combinati dal managment di Schiphol nel 2022 e 2023 hanno fatto perdere posizioni a questo aeroporto.

L’hub aeroportuale di Amsterdam Schiphol è moderno, luminoso, piacevole, ben organizzato, facile da girare e ricco di opportunità per rendere più gradevole il viaggio o anche solo l’attesa tra un volo e l’altro. E’ dotato di 6 piste di atterraggio con orientazioni differenti per far si che, anche in caso di vento forte, se ne possano comunque usare alcune. Il suo codice aeroportuale IATA di tre lettere è AMS.

Amsterdam-Schiphol è costituito da un unico terminal suddiviso in tre zone su più livelli che spesso vengono erroneamente considerate come veri e propri terminal. I gate sono otto: B,C,D,E,F,G,H,M. La parte piú spartana di Schiphol é sicuramente il gate M da dove partono ed arrivano i voli della compagnia a basso costo easyJet, quella che uso più spesso viaggiando sovente fra i Paesi Bassi e l’Italia.

Schiphol si trova nel polder Haarlemmermeer a -3 metri sotto il livello del mare e dista circa 22km dal centro della capitale olandese. L’aeroporto è situato in uno dei punti più bassi dei Paesi Bassi. Fino al 1852, anno in cui venne prosciugato, l’Haarlemmermeer era un lago. Si può quindi dire che l’aeroporto di Schiphol sia stato costruito sul fondale di un lago.
Quando si percorre l’autostrada A4 in quest’area è affisso un cartello che segnala per l’appunto questa quota. Devo dire che, nonostante lo abbia già visto un bel po’ di volte, continua a farmi un certo effetto il pensare di essere ben sotto al livello del mare.

Una volta atterrati a Schiphol, che fare?

Eccoci dunque atterrati a Schiphol. Come fare per andare dall’aeroporto in centro ad Amsterdam? Sia che si tratti di un viaggio d’affari o di piacere ci sono svariati modi per raggiungere Amsterdam dal suo aeroporto.

Sia che si decida di raggiungere Amsterdam con i mezzi pubblici o taxi, una volta scesi dall’aereo e recuperato l’eventuale bagaglio da stiva nella Baggage Hall, occorre uscire nella Arrivals Hall e seguire le indicazioni per Schiphol Plaza, la vasta piazza coperta con negozi e ristoranti. E’ il punto nevralgico per poter accedere ai vari mezzi di trasporto che collegano l’aeroporto alla capitale olandese e ad altre città.

Esempio di OV-chipkaart olandese
La mia OV-chipkaart personale, esiste anche una versione non nominativa di questa tessera

Da Schiphol ad Amsterdam in treno

Il treno è il mezzo più economico e rapido per raggiungere Amsterdam ed il suo centro dall’aeroporto di Schiphol. Come centro intendo la stazione ferroviaria Amsterdam Centraal dalla quale è facile poi raggiungere altri punti della città e varie destinazioni con altri mezzi di trasporto oppure a piedi. La compagnia che gestisce le ferrovie olandesi si chiama Nederlandse Spoorwegen ma spesso il nome viene abbreviato in NS.

Amsterdam non è eccessivamente grande se comparata ad altre capitali europee e, una volta arrivati in stazione centrale, si possono visitare i principali monumenti semplicemente camminando. Questo é un ottimo sistema per gustarsi al meglio le bellezze della capitale olandese ed i suoi scorci così particolari ed anche romantici.

Accesso alla stazione ferroviaria di Schiphol
Uno degli accessi alla stazione ferroviaria sotterranea di Schiphol

La stazione ferroviaria di Schiphol è posta sotto al pianterreno dell’aeroporto dove ci sono gli arrivi. Come riferimento prendete il cubo del Meeting Point nella zona dove c’è la Schiphol Plaza. Nelle vicinanze di questo segnale ci sono le scale (normali e  mobili) e gli ascensori che scendono al livello -1 dove ci sono i binari.

Alcune biglietterie automatiche gialle/blu sono dislocate in prossimità delle scale. Si possono selezionare diverse lingue e si può pagare con le principali carte di credito. In questa zona ci sono anche comodi tabelloni con gli orari dei treni in arrivo e partenza, utili anche per verificare il numero del binario prima di scendere al livello della stazione.

A breve distanza dal Meeting Point ci sono anche la biglietteria tradizionale ed uno sportello per poter interagire con personale delle Ferrovie Olandesi (NS) ed avere tutte le informazioni necessarie sugli orari, le coincidenze ed i costi. Quando ne ho avuto bisogno devo ammettere di essere rimasta favorevolmente colpita dalla gentilezza dell’addetta al punto informazioni.

Meeting Point Schiphol

Fino al 2017 nella Schiphol Plaza c’era un enorme struttura a forma di parallelepipedo a quadri bianchi e rossi come punto d’incontro o Meeting Point. Era posizionato non lontano dal segnale attuale ma, per i suoi colori, l’altezza e la forma, era molto più visibile, anche da lontano.

I treni da Schiphol verso la stazione Centrale di Amsterdam (Amsterdam Centraal) sono molto frequenti. Indicativamente ogni 10 minuti c’è un treno da Schiphol verso Amsterdam tra le 5 del mattino e la mezzanotte. Nella restante fascia oraria i treni viaggiano invece con minor frequenza ma il servizio è comunque garantito per l’intera notte.

Praticamente in treno non si riesce neppure a gustare il viaggio, si arriva a destinazione nel giro di un quarto d’ora con un Intercity ed in una ventina di minuti con lo Sprinter. Invece, nel caso in cui si scelga l’opzione Sprinter+Intercity, il viaggio dura una mezzoretta per il cambio treno.

In treno da Schiphol ad Amsterdam
La biglietteria dei treni presso la Schiphol Plaza

Il costo di un biglietto di seconda classe, sola andata, da Schiphol verso la Stazione Centrale di Amsterdam è 4,90 euro (prezzo anno 2024) se acquistato online. Il biglietto singolo di prima classe costa invece 8,33 euro. Il costo è uguale per i treni Sprinter o Intercity. Il sito delle ferrovie olandesi accetta il pagamento con le principali carte di credito (Visa, Mastercard ed American Express) oltre che iDEAL, il tipico metodo olandese di pagamento online.

Acquistando il biglietto del treno tramite le casse automatiche c’è invece un sovrapprezzo di 1€.

#affiliazione

Il sovrapprezzo non è applicato ai possessori della carta prepagata OV-chipkaart ma, nel caso di persone che si fermano per poco tempo nei Paesi Bassi e che magari sfruttano brevemente i mezzi pubblici, direi che l’acquisto di questa smart card non è conveniente. In questo caso meglio optare per i biglietti giornalieri o plurigiornalieri che permettono di viaggiare su tutta la rete di trasporti di Amsterdam oppure per le card che includono sia ingressi in alcune attrazioni turistiche che gli spostamenti sui mezzi pubblici.

Dalla stazione sotterranea dell’aeroporto partono treni per varie destinazioni, ci sono soluzioni un po’ per tutte le esigenze di viaggio e tasche!

Treni da aeroporto ad Amsterdam
Sul treno da Schiphol verso Amsterdam

Gli orari dei treni possono essere consultati sia sul sito ufficiale delle Ferrovie Olandesi (NS) oppure sul pratico sito 9292.nl . Entrambi sono bilingue (olandese ed inglese). Il secondo può essere comodamente usato anche per programmare gli spostamenti da una via all’altra in una determinata città oppure per spostarsi da una località all’altra nei Paesi Bassi. Prende in considerazione tutte le varie opzioni disponibili per coprire il tragitto richiesto (treno, bus, tram, metro e nave) e lo trovo molto utile e ben fatto. Ovviamente esistono anche le corrispondenti e comode app per lo smartphone.

Biglietterie e sportello informazioni treni a Schiphol
Il chiosco informazioni ed alcune casse automatiche per acquistare i biglietti del treno

Viaggiare da Schiphol ad Amsterdam in autobus

La stazione degli autobus di Schiphol si trova al pianterreno, subito fuori dalla porta D della Schiphol Plaza. E’ comoda da raggiungere anche con i bagagli, i biglietti possono esser acquistati dai distributori automatici in prossimità del Meeting Point. Dalla fermata partono autobus urbani, regionali e speciali navette (shuttle):

  • Amsterdam Airport Express Bus: in 30/40 minuti il bus 397 della Connexxion-Rnet effettua il tragitto dall’aeroporto a piazza Leidseplein nella periferia sud-ovest di Amsterdam, la durata del tragitto è indicativa e varia in funzione del traffico e del numero di soste effettuate. Durante il percorso questo bus ferma anche in prossimità del Rijksmuseum e del Museumplein. Da Leidseplein si arriva poi comodamente in centro a piedi o con bus/tram GVB. Il bus 397 da Schiphol verso Amsterdam è operativo tra le 05:20 del mattino e le 00:45.
    Questo bus è facilmente riconoscibile per il colore rosso vivo e la scritta Amsterdam Airport Express sul frontale del mezzo. Circa ogni 7 minuti il bus 397 parte dalla piattaforma B17 fuori dall’aeroporto sulla destra. Il biglietto di sola andata costa 6,50 euro mentre quello di andata+ritorno costa 11,75 euro (il ritorno può anche essere effettuato in un giorno diverso), le tariffe sono aggiornate al 2024.
    Di notte l’autobus da AMS a Schiphol (o viceversa) viene sostituito dal Niteliner N97 che parte ogni ora dall’aeroporto. Il Niteliner effettua un percorso molto simile al bus diurno ma ha più fermate ed arriva fino alla stazione ferroviaria Amsterdam Centraal. I costi dei biglietti del Niteliner sono gli stessi del bus diurno Amsterdam Airport Express anche se il tragitto è più lungo.
    Sui siti 9292.nl oppure Connexxion si possono verificare gli orari del servizio e le varie fermate.
    Al ritorno, da Amsterdam verso l’aeroporto, il bus 397 reca sul frontale la scritta “Nieuw-Vennep via Airport”.
    I tabelloni digitali posti alle fermate degli autobus forniscono informazioni aggiornate in tempo reale. Anche sui mezzi stessi ci sono piccoli schermi che indicano la fermata successiva e danno eventuali informazioni su ritardi o modifiche del percorso a causa dei lavori stradali.
    I biglietti per entrambe le tipologie di autobus possono essere acquistati online sul sito Connexxion, presso il ticket office nella Schiphol Plaza oppure direttamente dall’autista del bus. In quest’ultimo caso però tenete conto che l’autista non accetta contanti ma solo pagamenti con carte di credito o debito.
  • Schiphol Hotel Shuttle: questo servizio Connexxion collega l’aeroporto con oltre 170 hotel ad Amsterdam e viceversa. I furgoni di lusso ad 8 posti viaggiano ogni giorno dalle 06:30 alle 21 e partono ogni 30 minuti circa dalla piattaforma A7 che si trova fuori dalla Schiphol Plaza (occorre seguire i cartelli “taxi e bus”). Alla piattaforma A7 un addetto è a disposizione dei clienti per fornire tutte le informazioni necessarie, il servizio si può prenotare e pagare online (si accettano le carte di credito Visa e MasterCard). Nel caso in cui l’hotel prescelto non sia tra quelli elencati sul sito, è possibile rivolgersi al banco assistenza clienti “Amsterdam Shuttle Desk” nella zona Arrivi 4, di fronte a Starbucks. Lo sportello apre tutti i giorni dalle 7 alle 21, qui si possono acquistare i biglietti oppure avere informazioni. La tariffa include un bagaglio da stiva ed un bagaglio a mano per ciascun passeggero pagante. Il sito dello Schiphol Hotel Shuttle è il seguente: https://www.schipholhotelshuttle.nl/.
  • Autobus GVB: alcuni autobus di questa compagnia che effettua servizio urbano permettono di raggiungere varie zone di Amsterdam. Per arrivare in centro è spesso necessario effettuare uno o più cambi. Sul sito GVB c’è il pianificatore dei percorsi. Per quanto riguarda i biglietti sono disponibili varie soluzioni: biglietti sola andata, andata e ritorno oppure per uno o più giorni. Queste ultime due soluzioni permettono di effettuare viaggi illimitati su vari mezzi di trasporto (bus, tram e metro) per 24/48/72/96 ore dalla prima timbratura del biglietto.

In metropolitana tra aeroporto ed il centro di Amsterdam

A Schiphol non c’è la stazione della metropolitana. Le fermate della metro piú vicine all’aeroporto sono:

  • Amstelveenseweg
  • Zuid
  • Lelylaan

Amstelveenseweg é posta sulle linee metro 50 (verde) e 51 (arancione). Dall’aeroporto si arriva comodamente a Amstelveenseweg con il bus 397 in direzione Leidseplein. La fermata del bus 397 dista solo 100 metri dall’omonima fermata della metro, comodamente percorribile a piedi.
La linea 51 che arriva fino alla stazione ferroviaria Amsterdam Centraal è più paragonabile ad una metrotranvia piuttosto che ad una metropolitana vera e propria. A partire dal 2019 il suo tragitto subirà alcune modifiche poiché l’idea é di trasformarla in un percorso circolare.

Zuid é posta sulle linee metro 50 (verde), 51 (arancione) e 52 (azzurra). Dall’aeroporto si arriva ad Amsterdam Zuid con il treno (diversi treni fermano in questa stazione). Le fermate della metro sono relativamente vicine a quella ferroviaria.

Lelylaan é posta sulle linee metro 50 (verde) e 51 (arancione). Dall’aeroporto si arriva a Lelylaan con il treno, per esempio quello in direzione Amsterdam Centraal oppure Hoorn Kersenboogerd. Le fermate della metro sono relativamente vicine a quella ferroviaria.

Il servizio della metropolitana è gestito dalla società GVB che controlla l’intero sistema di trasporto pubblico ad Amsterdam. Sul sito della compagnia GVB potete calcolare i tragitti ed i relativi costi.

Mappa Metropolitana Amsterdam 2018
Attribution: Alargule [CC BY-SA 3.0 (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)], via Wikimedia Commons

Il servizio taxi presso l’aeroporto Schiphol

Il servizio taxi nei Paesi Bassi è abbastanza costoso. Dall’aeroporto ad Amsterdam la richiesta può essere di 50-60€ o superiore. Le tariffe variano in base a vari fattori: numero persone e/o bagagli, orario diurno o notturno, giorni festivi, tipo pagamento, tipologia della tratta (andata oppure ritorno). Può sembrare strano ma nei Paesi Bassi c’è differenza tra il costo dell’andata da una località verso l’aeroporto oppure il contrario.

In aeroporto la concorrenza è piuttosto spietata e spesso, grazie ad internet, confrontando qualche preventivo e prenotando online, si riesce a risparmiare qualcosa. Negli ultimi anni è stata fatta un po’ di pulizia anche tra i tassisti per cercare di arginare o eliminare il fenomeno dell’abusivismo che colpisce indistintamente un po’ tutte le località turistiche anche quelle del centro-nord Europa. Fino a qualche anno fa mi capitava di uscire dall’aeroporto con il trolley e venire subito presa di mira da persone che si proponevano come autisti. Le auto dei tassisti ufficiali devono avere una targa blu ed il tassametro a vista.

Prenotando il servizio in anticipo (almeno tre ore prima dell’atterraggio in aeroporto) la centrale dei taxi monitora l’andamento del volo ed al vostro arrivo il tassista si farà trovare presso il Meeting Point nella Schiphol Plaza oppure all’uscita del terminal con un cartello in mano con il vostro nome e cognome. Prenotando online vengono fornite tutte le informazioni necessarie sull’email di conferma del servizio.

Nel caso in cui non abbiate prepagato online il servizio, molti tassisti accettano le carte di credito più comuni, altri invece vanno pagati solo in contanti.

Il mio consiglio è di calcolare qualche preventivo e, se possibile, prenotare il taxi online.

Bla Bla Car

L’uso condiviso di una vettura privata fra più persone che devono condividere uno stesso percorso e le relative spese (car pooling) è utilizzato anche nei Paesi Bassi. Sul sito Bla Bla Car potete possibile verificare se siano disponibili veicoli nella tratta fra l’aeroporto di Schiphol ed Amsterdam. In questo caso i costi possono anche essere abbastanza contenuti.

Noleggio auto all’aeroporto di Schiphol

In aeroporto ci sono numerosi servizi di autonoleggio peró, a meno che non si decida di visitare l’intero paese con un mezzo proprio, ritengo inutile e dispendioso noleggiare un’auto solo per visitare Amsterdam. La cittá, come giá detto in precedenza, non é cosí vasta ed i principali monumenti si raggiungono comodamente con i mezzi pubblici oppure a piedi, inoltre é una cittá molto caotica.

In ultimo ma non per ultimo: i parcheggi per auto ad Amsterdam sono carissimi e talvolta scarseggiano.

Negli ultimi anni, per scoraggiare ulteriormente l’utilizzo dei mezzi privati, i vari comuni hanno innalzato vertiginosamente le tariffe per la sosta.
Ad Amsterdam i costi dei parcheggi vanno da un minimo di 0,10€/ora fino a 7,50€/ora (tariffe anno 2024) in base alle zone. Come si vede nella mappa sottostante che é pubblicata sul sito della cittá di Amsterdam, i costi dei parcheggi nelle aree centrali variano fra i 6,50€ ed i 7,50€ all’ora!

Gli autonoleggi sono dislocati nella Schiphol Plaza. Una volta arrivati nella hall degli arrivi, occorre seguire i cartelli con la scritta noleggio auto (Autoverhuur). Dopo aver compilato i moduli, l’inserviente spiegherà dove recuperare la propria auto.

Al ritorno basterà uscire dall’autostrada A4 all’uscita Schiphol e poi seguire le indicazioni per la restituzione delle auto a noleggio (Car Rental Return).

Quanto costa parcheggiare auto ad Amsterdam
Mappa con i costi dei parcheggi nella città di Amsterdam

A questo punto non mi resta che augurarvi buon viaggio. Allacciate le cinture, tavolino chiuso, sedile in verticale e tendine alzate: stiamo per atterrare a Schiphol-Amsterdam.

Presente e futuro di Amsterdam-Schiphol

A causa dell’incremento del numero dei passeggeri e del numero dei voli in arrivo e partenza negli ultimi anni pre-pandemia, si è reso necessario un ampliamento dell’aeroporto di Amsterdam. Nel 2019 era iniziata la demolizione di un enorme parcheggio multipiano posto vicino alla torre di controllo per fare spazio alla costruzione di un nuovo terminal che avrebbe dovuto essere operativo tra la fine del 2020 e l’inizio del 2021 e collegarsi a quello già esistente. Tuttavia, a causa della pandemia Covid-19, i lavori sono stati bloccati e questo luminoso e moderno terminal sarà operativo non prima del 2023.

Da alcuni anni si discute anche sull’esigenza di aggiungere un’ulteriore pista a Schiphol visto il numero crescente di voli e passeggeri che partono da questo aeroporto. La settima pista dovrebbe essere costruita nella zona sud-est dell’aeroporto, parallelamente all’esistente pista Kaagbaan. Alcuni partiti non sono però d’accordo con questa decisione, appoggiati anche da vari comitati di cittadini che abitano nelle zone adiacenti alla futura pista. Il dibattito si era un po’ calmato con la pandemia anche a causa della riduzione delle attività dell’aeroporto ma, adesso che il traffico aereo sta riprendendo vigore, la necessità di incrementare il numero delle piste è nuovamente stata inserita nell’agenda del primo ministro olandese eletto nel 2021. Nel 2023 si è però deciso di rinunciare definitivamente alla costruzione della settima pista nonostante la società proprietaria dell’aeroporto avesse già fissato un’opzione per l’acquisto del terreno.

Inoltre, da diverso tempo il governo olandese sta studiando soluzioni alternative per spostare tutti i voli low-cost da Schiphol su altri aeroporti (es. Lelystad). Le motivazioni sono dettate sia dalla necessità di dare fiato all’aeroporto di Amsterdam che dalla volontà di valorizzare maggiormente altre zone dei Paesi Bassi rispetto alla sua capitale. Tuttavia sembra che, per il momento, tutto sia destinato a rimanere immutato anche per le vibrate polemiche che questa proposta ha suscitato.

Tra l’altro Lelystad per me e per buona parte degli expat che hanno deciso di vivere nella zona fra Den Haag e Leiden sarebbe scomodissimo. Si trova nel Flevoland, il polder a nord-est di Amsterdam, non è attualmente ben collegato al resto del paese con i treni e significherebbe triplicare il tempo di viaggio in auto.

Capisco che al Governo olandese non interessi molto degli expat ma quell’aeroporto non è manco comodo per i turisti che vogliono andare ad Amsterdam. Comunque per ora la decisione è in stand-by.

Link utili

[Ultimo aggiornamento: 26/06/2024]

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright GIRINGIRO

Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo sui tuoi canali social ed usa l’hashtag #giringiroblog oppure taggami con @giringiroblog. Vuoi invece lasciare una tua opinione, un suggerimento o chiedere qualche informazione supplementare? Scrivimi tramite l’apposito modulo dei commenti a fondo pagina. Grazie

7 commenti su “Come raggiungere Amsterdam dal suo aeroporto Schiphol”

  1. Sono capitata in quell’aeroporto un paio di volte e, se non ricordo male, ho utilizzato un autobus per raggiungere la città. Non sapevo però che fosse così basso, sotto il livello del mare.

  2. Shipol è una aeroporto che non conosco. Purtroppo però non sono neanche avvezza a prendere aeroplani in questo periodo ma mi sembra fornitissimo e deve essere piacevole aspettare le coincidenze

  3. Certo che pensare che l’aeroporto sia al di sotto del livello del mare fa impressione!! Grazie per le dritte: articolo molto dettagliato che mi permetterà di valutare wuale mezzo utilizzare per arrivare a Amsterdam dall’aeroporto, non appena sarà possibile nuovamente muoversi.

  4. molto interessante questo articolo anche perchè Amsterdam è una delle mia prossime mete, ma dovrò aspettare che termini questo periodo per poterla visitare in tranquillità

  5. Amsterdam sarebbe stata una delle mete del 2020, purtroppo! Però, ho letto l’articolo con molto interesse, anche perché ricordo di aver preso un’offerta per Eindhoven e, anche in quel caso, abbiamo cercato bene le informazioni sugli spostamenti! Nel caso in cui decidessimo di “riprovarci” e ci capitasse Schiphol, sappiamo dove documentarci! 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *