Castelvecchio di Rocca Barbena

Castelvecchio di Rocca Barbena

Castelvecchio di Rocca Barbena in provincia di Savona è un minuscolo borgo di poco oltre 130 abitanti (dati di giugno 2017) nell’entroterra di Albenga.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright GIRINGIRO

Il borgo è abbarbicato sopra uno sperone roccioso come l’edera ad un muro e da li osserva la Val Neva da secoli. Si trova lungo la provinciale SP582 che da Albenga conduce a Garessio in Piemonte.

Reperti archeologici di epoca romana sono stati rinvenuti in una località non lontana e fanno presupporre che le origini del territorio di Castelvecchio siano da datare intorno al I secolo, quel che è certo è che Castelvecchio fece parte del Marchesato di Clavesana. Successivamente passò ai Marchesi Del Carretto poi venne acquisito prima dal Ducato di Savoia ed in seguito dalla Repubblica di Genova. Dopo alterne vicende entrò a far parte del Regno d’Italia nel 1861.

Castelvecchio di Rocca Barbena

Il nome di Castelvecchio, insieme a quello del vicino Zuccarello, sono però inevitabilmente legati alla famiglia dei Del Carretto. Ilaria Del Carretto, il cui celebre monumento funebre di Jacopo della Quercia è visitato ogni anno da migliaia di visitatori nel Duomo di Lucca, nacque a Zuccarello.

Castelvecchio rientra nell’elenco dei Borghi più Belli d’Italia ed è citato in numerose guide, gli è anche stata conferita la Bandiera Arancione dal Touring Club Italiano.

Castelvecchio di Rocca Barbena

E’ piacevole girovagare fra le sue case con i muri in pietra, i suoi caruggi stretti e contorti. E’ interessante scoprire angoli pittoreschi e scorci da fotografare oppure salire fino al castello del XI secolo dal quale si può godere un bel panorama sia sul borgo antico ben conservato che sulla vallata circostante. Qui si respirano pace, silenzio, ritmi d’altri tempi.

Cos’altro vedere? La Porta Soprana, gli antichi lavatoi, la Piazza della Torre, i piccoli giardini terrazzati nascosti fra le case, gli archi di collegamento fra gli edifici, la Chiesa parrocchiale di Nostra Signora Assunta, l’Oratorio di Santa Maria Maddalena, il Santuario di Nostra Signora delle Grazie vicino al cimitero.

Castelvecchio di Rocca Barbena

Castelvecchio è molto caratteristico anche nella stagione invernale, magari con una leggera spruzzata di neve, con il profumo della legna che arde nelle stufe: un piccolo presepe vivente nell’entroterra ingauno.

Da Castelvecchio si possono anche effettuare alcune escursioni a piedi, sul territorio comunale passa infatti l’Alta Via dei Monti Liguri con numerosi percorsi ben segnalati.

Castelvecchio di Rocca Barbena

Per gli escursionisti meno allenati, un facile sentiero turistico detto “Il sentiero di Ilaria Del Carretto”, in parte su asfalto e parte su ciottolato e fondo naturale, conduce a Zuccarello.

La lunghezza complessiva (A/R) è di circa 8km ed i segnavia sono una T rossa nel primo tratto e poi due rombi rossi pieni.

Il dislivello è minimo, si passa in mezzo a boschi di carpini, querce, uliveti e le tipiche fasce Liguri. E’ un percorso storico, creato per collegare nei secoli passati i due borghi con i castelli della famiglia Del Carretto. Norme rigorose prevedevano che il sentiero fosse sempre mantenuto in ordine in modo da permettere ai viandanti di spostarsi da un borgo all’altro senza intoppi.

Castelvecchio di Rocca Barbena

Nel raggio di poco meno di 40 km si trovano tre borghi affascinanti e talvolta misteriosi che valgono la pena di essere visitati: Zuccarello, Castelvecchio di Rocca Barbena e Balestrino. Perchè non farlo durante uno dei prossimi weekend?

I tre borghi: Zuccarello, Castelvecchio e Balestrino

 

Come raggiungere Castelvecchio di Rocca Barbena:
il casello autostradale più vicino è quello di Albenga sulla A10 che dista circa 14 km. Da qui occorre poi seguire le SP582 e SP52. Anche la stazione ferroviaria più vicina è quella di Albenga. Con il treno occorre poi affidarsi ai mezzi pubblici per raggiungere il borgo.

Per effettuare in auto la visita dei tre borghi (Zuccarello, Castelvecchio di Rocca Barbena e Balestrino) occorre uscire al casello di Albenga sulla A10, percorrere la SP582 in direzione Garessio fino a trovare le indicazioni per Zuccarello. Da qui si prosegue sempre sulla SP582 fino ad un bivio. Svoltare a destra SP52 in direzione Calizzano/Bardineto/Castelvecchio e dopo un paio di chilometri ed alcuni tornanti si sale ed arriva a Castelvecchio di Rocca Barbena. Infine continuare sulla SP52 in direzione Calizzano ed al bivio per Vecersio/Borghetto svoltare a destra sulla SP44 fino ad arrivare a Balestrino (strada abbastanza tortuosa).

Link utili:
– sito istituzionale del Comune di C.R.B: http://www.comune.castelvecchio.sv.it/

Castelvecchio di Rocca Barbena

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright GIRINGIRO

Written by 

Sono una viaggiatrice "slow", mi è sempre piaciuto esserlo, mi piace molto organizzarmi il viaggio e poi lungo il percorso effettuare delle deviazioni fuori programma, finendo inevitabilmente con l'allungare il tragitto. Per me viaggiare non è ricercare la meta esotica ma è scoprire emozioni, per questo penso che "la destinazione non sia così importante quanto il viaggio"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *