Spiaggia Noordwijk innevata

Generalmente il meteo nei Paesi Bassi è estremamente variabile in qualunque stagione. Nell’arco di una stessa giornata si possono verificare repentini e numerosi cambiamenti di tempo con precipitazioni a volte di breve durata e intensità, altre volte a carattere temporalesco con scrosci piuttosto violenti che si alternano a sole e cielo nuvoloso.

[Ultimo aggiornamento: 22/03/2020]

Il meteo nei Paesi Bassi è pazzerello sempre, non solo a marzo.

Un giorno si sono verificati ben sei mutamenti di tempo. A proposito di variabilità, mi ha colpito la definizione del meteo olandese che mi ha dato una ragazza italiana che ho conosciuto recentemente e che aveva vissuto per un po’ di tempo nei Paesi Bassi: “quattro stagioni in un solo giorno”. Questa frase rende benissimo l’idea della variabilità del meteo olandese.

Al mattino ti svegli e guardi fuori dalla finestra e pensi “che bel sole”, magari esco a fare un giro in bicicletta o una camminata. Non è detto che ritornerai a casa asciutto!

Gli olandesi sono però abituati a queste condizioni e non si turbano più di tanto. Magari si lamentano con i turisti, soprattutto quelli del sud Europa del clima olandese ma non si crucciano molto di prendere uno scroscio d’acqua. Spesso si vedono pedalare o camminare tranquillamente sotto la pioggia senza indossare alcun cappello. Usare l’ombrello? Roba da turisti o expat!

Anche i bambini vengono portati in giro indipendentemente dalle condizioni climatiche e dalla stagione. Mi è già capitato di incontrare scolaresche che vengono portate a fare una camminata dalle docenti sotto la pioggia, con vento forte oppure temperature molto rigide. In Italia le insegnanti probabilmente rischierebbero come minimo una denuncia!

Il clima olandese in generale

Nel complesso il clima nei Paesi Bassi è temperato, questo però non vale nelle zone più a ridosso della Germania (est) e del Belgio (sud-est) dove c’è un paesaggio collinare.

Solitamente nelle zone più vicine alle coste non si raggiungono quasi mai temperature eccessivamente basse in inverno nè troppo alte in estate. La vicinanza al mare, il fatto che non vi siano praticamente rilievi ed altri fattori contribuiscono a rendere piuttosto uniformi le temperature nei Paesi Bassi.

Naturalmente c’è sempre l’eccezione che conferma la regola perchè i cambiamenti climatici stanno determinando qualche variazione anche in questo paese. Negli ultimi anni, infatti, le temperature estive sono aumentate rispetto a quelle di qualche tempo fà.

Le temperature annuali medie a Amsterdam che è posta quasi al centro dei Paesi Bassi sono le seguenti (dati calcolati in base alle rilevazioni mensili del sito Weeronline):
  • Gennaio: -1°C minima, 4°C massima
  • Febbraio: -1°C minima, 6°C massima
  • Marzo: 1°C minima, 9°C massima
  • Aprile: 3°C minima, 13°C massima
  • Maggio: 7°C minima, 17°C massima
  • Giugno: 10°C minima, 20°C massima
  • Luglio: 12°C minima, 23°C massima
  • Agosto: 12°C minima, 22°C massima
  • Settembre: 9°C minima, 19°C massima
  • Ottobre: 7°C minima, 14°C massima
  • Novembre: 3°C minima, 9°C massima
  • Dicembre: 1°C minima, 6°C massima
In colore blu ho evidenziato i due mesi più freddi ed in rosso quelli più caldi.
Nelle città poste a sud o a nord rispetto ad Amsterdam si possono avere alcune piccole variazioni in più o in meno rispetto alle temperature sopra riportate. Non ci sono comunque oscillazioni estreme, in fin dei conti i Paesi Bassi sono una nazione piuttosto piccola come dimensioni.

 

Pioggia:

Le precipitazioni sono piuttosto frequenti ed abbondanti nel corso dell’intero anno nei Paesi Bassi. La media annuale nazionale è di 828mm di pioggia.
Le zone più piovose risultano essere le cinque isole poste all’estremità settentrionale del paese (Texel, Vlieland, Terschelling, Ameland e Schiermonnikoog), le province del Noord-Holland, Zuid-Holland, Friesland, Drenthe, Utrecht, buona parte del Gelderland, Groningen e Flevoland.
Fra quelle meno piovose vi sono le province di Zealand, una piccola parte del Gelderland (quella che confina con la Germania), Overijssel, Brabant e Limburg.
Nel 2008 il mese più piovoso è stato Agosto mentre di solito è Novembre. Quello con meno precipitazioni è stato Maggio, solitamente è Aprile (*).
Spesso quando piove c’è pure vento, si assiste così al simpatico fenomeno della “pioggia orizzontale“. In questi casi non c’è ombrello che tenga, meglio dotarsi di giacca a tre quarti impermeabile.
Effetti vento forte Noordwijk
Gli effetti di una bufera di vento sul lungomare di Noordwijk

Vento:

“C’è molto vento in Olanda?” classica domanda che mi viene posta quando parlo con qualcuno dei Paesi Bassi. Ma no figurati, mi verrebbe da rispondere, i mulini a vento li hanno costruiti per puro diletto.

Il vento è un’altra caratteristica del meteo olandese. In alcune giornate è piuttosto intenso e quindi fastidioso. Nel 2017 e 2018 si sono verificate alcune giornate di vera e propria tempesta che hanno abbattuto numerosi alberi nei parchi e costretto l’aeroporto di Schiphol a ridurre considerevolmente i voli in arrivo e partenza.

Nelle prime ore del mattino il vento è solitamente una leggera brezza e si rinforza poi nel corso della giornata. Le coste che si affacciano sul Mare del Nord sono più ventilate ma, non trovando molti ostacoli sul territorio visto che è quasi completamente pianeggiante (a parte qualche collina nel Limburg e nella zona di Apeldoorn), il vento si riscontra praticamente ovunque.

La presenza di questo elemento fa si che le temperature “percepite” differiscano di qualche grado in meno rispetto a quelle “reali”, tuttavia, consente di avere una qualità dell’aria decisamente superiore a quella di altri paesi.

Sole:

I Paesi Bassi non sono un paese particolarmente soleggiato, è un dato di fatto. Nonostante tutto gli olandesi si godono il poco sole in ogni occasione. Anche in pieno inverno non è infrequente vedere gente che sorseggia una birra nel dehor estivo di un locale. Nei locali i tavolini più gettonati sono quelli vicino alle finestre.

Mediamente le ore di sole in un anno sono 1527. Il 2008 per esempio è stato un anno particolarmente baciato dal sole e la media delle ore è stata di 1794 (*). In anni più recenti i Paesi Bassi sono stati scaldati da 1922 ore di sole nel 2017 e da ben 2156 ore nel 2018! I cambiamenti climatici stanno modificando anche questo dato.

Le ore di luce sono decisamente diverse che in Italia perchè i Paesi Bassi sono posti più a nord-ovest rispetto al Bel Paese. In inverno, specie quando è nuvoloso, alle 8:30 del mattino è ancora buio e intorno alle 15:30/16:00 del pomeriggio comincia ad imbrunire.
Al contrario, in tarda primavera e in estate, vi sono molte più ore di luce e fino alle 22:00 di sera è praticamente chiaro.

Nelle tabelle seguenti sono indicate le ore medie dell’alba e del tramonto in tre diverse città nel corso dell’anno: Groningen (nord), Amsterdam (centro), Rotterdam (sud). Ho scelto queste località in rappresentanza di tre diverse zone dei Paesi Bassi. I due orari riportati per l’alba e per il tramonto si riferiscono al primo giorno e alla metà del mese indicato:

Tabella ore luce Groningen

Tabella ore luce Amsterdam

Tabella ore luce Rotterdam

 

Nei mesi di Marzo e Ottobre c’è il passaggio fra ora solare/legale e viceversa e, quindi, le differenze di ore di luce sono ovviamente più marcate. In tutte le località il periodo più buio va dalla metà di Dicembre a quella di Gennaio. Invece il periodo con più ore di luce si estende per quasi tutto il mese di Giugno e la prima quindicina di Luglio.

 

(*) dati tratti dal Rapporto Annuale 2008 del KNMI, consultabile online.

 

Paesi Bassi quando andare? Stagioni, meteo, clima

Autunno, inverno:

In inverno può capitare che nevichi ma è difficile che si attacchi al suolo per via del clima temperato e della vicinanza al mare che trasforma la neve in acqua. L’inverno scorso ha nevicato per un’intera domenica ma la sera per terra c’erano solo un paio di centimetri. I bambini sono comunque usciti per strada a giocare e, raccogliendo la poca neve che si era fermata sulle autovetture parcheggiate davanti alle case, hanno organizzato una battaglia a palle di neve di breve durata perchè la materia prima era piuttosto scarsa.

Nella stagione autunnale e quella invernale può capitare di trovare un po’ di foschia o nebbia, specie quando non c’è molto vento. Il fenomeno però si dissolve nel corso della giornata. La foschia può essere presente anche in alcune mattinate estive quando si passa repentinamente nel corso della nottata da alte a basse temperature.

In passato le temperature durante l’inverno erano decisamente più rigide e nei mesi di Dicembre e Gennaio i canali ghiacciavano per la gioia dei pattinatori.

Da alcuni anni a questa parte invece questo fenomeno è molto raro e, in ogni caso, non dura molto tempo. Per questo motivo non si riesce più a organizzare l’Elfstedentocht una gara sui pattini da ghiaccio che passa attraverso 11 città del Friesland e copre circa 200km. Per potersi svolgere in sicurezza, visto anche l’elevato numero di partecipanti, era necessario che lo spessore del ghiaccio fosse di una certa altezza.

Oltre a questa gara che ha regole molto rigide, non è praticamente più possibile riuscire a pattinare neppure sui canali delle città perchè difficilmente ghiacciano.

Fra la fine di Dicembre 2008 e le prime due settimane di Gennaio 2009 i canali sono ghiacciati dopo doversi anni che non succedeva più, gli Olandesi speravano che fosse la volta buona ma, anche quell’anno hanno dovuto rinunciare a questa gara perchè le temperature si sono poi di nuovo alzate da metà Gennaio.

Pattinaggio su canale Paesi Bassi
I nostri vicini di casa stanno pattinando sul canale ghiacciato vicino a casa

Primavera, estate:

In estate, in alcune giornate, si possonoavere delle temperature decisamente sopra la media, nel mese di luglio 2019 in alcune giornate nello Zuid-Holland si sono toccate temperature massime di 37°C e tutti gli Olandesi boccheggiavano. In ogni caso non si raggiunge mai il tasso di umidità tipico delle afose città Italiane e queste temperature sono più che sopportabili per Italiani e Spagnoli. Gli Olandesi e le persone nordiche che non sono abituati a queste condizioni e le soffrono un po’. Sono episodi sporadici, nel complesso il clima in estate è temperato ma, pur sempre, variabile.

I cambiamenti repentini che si verificano influiscono ovviamente anche sulle temperature perchè si passa in fretta da una piacevole giornata, quando c’è il sole, a una decisamente più fresca (per non dire fredda) quando è nuvoloso e/o piove. Trascorrere una giornata a 30 gradi e quella successiva a 17 non è così infrequente.

Lungo le coste olandesi vi sono diverse località turistiche che, nella bella stagione, vengono prese d’assalto dai bagnanti. Fra queste ricordo Scheveningen, Katwijk, Noordwijk, Zandvoort.

Anche se le lunghe spiagge di sabbia finissima e impalpabile, ricche di conchiglie, sono una tentazione, bisogna tener presente che la temperatura del Mare del Nord mediamente si aggira intorno ai 18°C nei mesi di Luglio e Agosto. Inoltre l’acqua del mare non invoglia molto a fare il bagno per il fatto che è spesso opaca per via del fondo sabbioso.

La stagione estiva ha anche una durata inferiore rispetto all’Italia. Spesso ad Agosto basta anche un solo giorno di pioggia o tempo nuvoloso per far abbassare le temperature e ricordare che, purtroppo, l’autunno si sta avvicinando a grandi passi. Da alcuni anni a questa parte mi è già capitato di trovare condizioni meteo più stabili nei primi quindici giorni di settembre piuttosto che nel mese di agosto.

Spiaggia assolata Noordwijk
Spiaggia di Noordwijk in estate con i tipici paravento

 

Quando andare nei Paesi Bassi? Dipende da cosa si vuole visitare!

Per vedere le fioriture dei tulipani, giacinti e narcisi il periodo migliore è ovviamente la primavera. In particolare il periodo tra 10/15 aprile e la fine del mese. In estate le giornate sono molto lunghe e si possono effettuare dei bei giri a piedi o in bicicletta anche sfruttando il maggior numero di ore di sole.

L’autunno è forse quello meno piacevole ma spesso ha costi decisamente più abbordabili. Ad ottobre e novembre spendo proprio poco per prenotare il volo dall’Italia. Nel periodo invernale, soprattutto tra la festa di Sinterklaas ed il Capodanno, è molto piacevole girare per le città addobbate e con le luminarie anche se a volte il freddo si fa sentire.

Servizio meteo olandese e link utili:

Gli olandesi, come gli Inglesi amano seguire le previsioni meteo.Il servizio meteorologico Olandese è curato dal KNMI o Koninklijk Nederlands Meteorologisch Instituut (ossia: Istituto meteorologico Reale Olandese). Ha sede De Bilt, nella provincia di Utrecht. L’istituto si occupa delle previsioni del tempo, del controllo dei cambiamenti climatici e dell’attività sismica.

Venne fondato con Decreto Reale il 31 Gennaio 1854, inizialmente C.H.D. Buys Ballot il primo direttore decise di stabilire il KNMI presso l’osservatorio di Sonnenborgh a Utrecht, nel 1897 l’Istituto venne trasferito a De Bilt dove si trova ancora adesso.


Avete bisogno di consultare le previsioni meteo Olandesi prima di intraprendere un viaggio nella terra dei mulini o nel corso della vostra vacanza? Potete consultare questi siti per esempio:

 

  • Weeronline : è solo in Olandese ma è abbastanza attendibile, specie sul breve termine
  • Buienradar : è solo in Olandese ma è abbastanza attendibile, specie sul breve termine
  • KNMI Weer actuel (le previsioni attuali sul sito KNMI): ottimo anche se è solo in Olandese. Vi sono quattro diverse carte (dall’alto verso il basso, da sinistra verso destra): temperature, visibilità, vento in mt/secondo, vento in bft. Inoltre, sotto a queste, in una tabella sono raccolte le osservazioni (in Olandese “Waarnemingen”) meteo effettuate presso alcune stazioni meteo relative alla giornata attuale.
    Di seguito vi elenco alcuni termini usati nella tabella: af en toe lichte regen (pioggia di tanto in tanto), bewolkt (nuvoloso), buien (acquazzoni), droog na regen (asciutto dopo la pioggia), geheel bewolkt (interamente nuvoloso), half bewolkt (parzialmente nuvoloso), half bewolkt een beetje regen (parzialmente nuvoloso e un poco di pioggia), licht bewolkt (leggermente nuvoloso), mistig (presenza di nebbia), motregen en regen (pioggerellina e pioggia), onbewolkt (sereno, senza nuvole), overwegend zonning (prevalentemente soleggiato), regen (pioggia), sneeuw (neve), zonning (soleggiato), zwaar bewolkt (molto nuvoloso).

Foto di copertina:

Una particolare immagine della spiaggia di Noordwijk e del Beachclub O dopo la nevicata del 11/12 febbraio 2017.

Goede avond en fijne weekend!

 

4 thoughts on “Che tempo che fà nei Paesi Bassi (Olanda)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *