Persone che pattinano su canali olandesi

L’Elfstedentocht è una gara di pattinaggio si ghiaccio che si svolgeva nel periodo invernale nei Paesi Bassi. Il nome Elfstedentocht significa semplicemente “giro delle undici città” (elf = undici, steden = città, tocht = tour/giro).

Alcune settimane fà siamo stati invitati dai vicini di casa per fare quattro chiacchiere dopo cena. Inevitabilmente il discorso è caduto anche sui pattini da ghiaccio perchè qualche giorno prima avevo visto diversi bambini del quartiere in cui abitiamo uscire di casa con i loro pattini da ghiaccio.

Dai discorsi e dai racconti animati di Leon, ci siamo resi conto che l’Elfstedentocht è una manifestazione molto sentita dagli olandesi. Scatena in loro una vera e propria frenesia da ghiaccio.

D’altronde il pattinaggio su ghiaccio è ben radicato tra la popolazione nederlandese perchè è qui che nacque questa pratica diversi secoli fa. Inizialmente il pattinaggio su ghiaccio serviva esclusivamente per fare in modo che le persone potessero spostarsi più agevolmente sui canali ghiacciati, successivamente diventò una pratica sportiva.

Canale ghiacciato con pattinatori, Paesi Bassi
I nostri vicini pattinano sul canale ghiacciato davanti a casa

Che cos’è l’Elfstedentocht?

E’ una maratona con i pattini da ghiaccio che passa attraverso undici città, è aperta a tutti, copre un percorso di circa 200 chilometri e si svolge nella parte nord-est dei Paesi Bassi detta “Friesland” (Frisia).

Per poter effettuare l’Elfstedentocht è però necessario che i canali ed i laghi siano perfettamente ghiacciati perchè il numero di partecipanti è elevatisssimo ed è necessario che lo spessore del ghiaccio sia adeguato.

Una delle regole della gara è che lo spessore minimo del ghiaccio lungo tutto il percorso sia di 15 centimetri.

L’ultima edizione si è svolta nel 1997 e da allora, a causa degli inverni sempre meno freddi, non si è più potuto dare corso all’Elfstedentocht.

La gara è organizzata dall’associazione “De Friesche Elf Steden” che venne creata nel 1909 da alcuni appassionati. Il 15 Gennaio 2009 sono stati festeggiati i 100 anni dalla fondazione di questa associazione, probabilmente gli olandesi avrebbero preferito festeggiare questo anniversario pattinando lungo il percorso dell’Elfstedentocht e non solo ricordando questa data.

Le atlete donne hanno dovuto “combattere” per i propri diritti anche in occasione di questo evento. Solo dal 1985 vengono premiate e c’è la versione femminile di questa gara, prima gareggiavano con gli amatori e non con i professionisti.

Mappa dell'Elfstedentocht
Le 11 città in cui si svolge l’Elfstedentocht

Poche regole e ben chiare

  • ogni partecipante deve pattinare rimanendo all’estrema destra, salvo diversa indicazione.
  • è proibito l’uso di qualsiasi veicolo.
  • ogni partecipante deve completare la gara pattinando, eccetto i punti in cui è permesso camminare.
  • è vietato ai partecipanti farsi aiutare dal pubblico o da altri atleti.
  • ogni partecipante deve mostrare la propria tessera ai punti di controllo personalmente.
  • i punti di controllo sono posizionati, per quanto possibile, sul ghiaccio.

Il percorso è il seguente

I pattinatori partono da Leeuwarden, dopo 22km raggiungono Sneek, poi IjIlst (4km), poi Sloten (14km), poi Stavoren che si affaccia sul lago di Ijssel (26km), poi Hindeloopen (11km), poi Workum (9km), poi Bolsward (13km), poi Harlingen (17km), poi Franeker (13km), poi Dokkum (45km) ed, infine, ritornano a Leeuwarden.

A questo link potete vedere la mappa dell’Elfstedentocht con le indicazioni delle varie città: https://www.google.com/maps/d/edit?mid=1o2tHAvyNfQ21VpHdtUbNjoSGSGFpb5LO&usp=sharing

Quest’anno sarà la volta buona dell’Elfstedentocht?

Ogni anno gli olandesi sperano che sia finalmente la volta buona. Le basse temperature di queste due ultime settimane hanno riacceso le speranze nei cuori dei pattinatori.

Ieri mi ha mandato un’email la nostra vicina per aggiornarmi sulla situazione meteo e pare che vi sia più ghiaccio nel centro e sud dei Paesi Bassi rispetto al nord. Da non credere!

Purtroppo sembra dunque che anche quest’anno i pattinatori debbano rassegnarsi a non partecipare a questa gara che aspettano da così tanto tempo. E’ infatti necessario che le temperature notturne siano intorno ai -10 gradi Celsius per almeno sette notti consecutive per poter garantire uno strato di ghiaccio sufficientemente spesso.

L’ultima edizione dell’Elfstedentocht si è svolta il 4 gennaio 1997, sembra così lontano quel giorno! Soprattutto, questa che è stata una delle più grandi tradizioni dei Paesi Bassi, rischia di non ripetersi mai più.

In ogni caso c’è chi non si perde d’animo ed in queste giornate fredde invernali si mantiene in allenamento pattinando sui canali e i laghi gelati della propria città.

Pedalare sul ghiaccio nei Paesi Bassi
Sul canale ghiacciato c’è anche chi pedala!

Curiosità

Esiste anche una versione dell’Elfstedentocht per ciclisti ma senza ghiaccio. Questa gara si svolge regolarmente da diversi anni lungo le piste ciclabili che collegano le 11 città della Frisia ed attira anche numerosi ciclisti amatoriali stranieri.

Link utili:

Il sito della manifestazione: http://www.elfstedentocht.nl

[Ultimo aggiornamento: 11/08/2021]

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright GIRINGIRO

6 thoughts on “Elfstedentocht: il giro delle undici città olandesi sui pattini da ghiaccio

  1. bellissima tradizione di cui non ero a conoscenza…temo che i pattinatori dovranno orientarsi altrove con queste temperature in salita

  2. Carino il centro storico di Utrecht! Non mi dispiacerebbe riuscire a vedere l'Elfstedentocht una volta, di partecipare non se ne parla proprio …….. non sarei in grado. Ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *