L'arrivo di Sinterklaas in barca

Sinterklaas o Sint Nicolaas (ossia San Nicola) è per i bambini olandesi un po’ come Babbo Natale per quelli italiani. L’evento clou è la celebrazione del Santo il 5 Dicembre ma già dall’inizio di novembre fervono i preparativi per festeggiarlo.

Sabato scorso abbiamo fatto un giro a Leiden sul variopinto mercato. Ad un certo punto, si è messo a piovere piuttosto forte e ci siamo riparati dentro a un grande magazzino su più piani che si trova in centro.

Girando fra i vari reparti siamo finiti in quello di dolciumi e pasticceria e, guardando la vetrina piena di particolari dolcetti, mi sono resa conto che, pur essendo da poco cominciato novembre, i preparativi per San Nicola sono già iniziati!

Sinterklaas
San Nicola saluta la folla e gli amici del blog Giringiro

La tradizione di San Nicola nei Paesi Bassi

Ogni anno di sabato, verso la metà di Novembre, si festeggia l’arrivo di Sinterklaas dalla Spagna nei Paesi Bassi. Più precisamente la data è il primo sabato dopo la festa di San Martino.

La tradizione vuole che Sinterklaas arrivi su un battello a vapore, accompagnato dagli Zwarte Pieten (aiutanti Mori con costumi e cappelli multicolori) e si faccia largo tra la folla festante di bambini ed adulti cavalcando il suo fedele cavallo bianco Ozosnel (prima si chiamava Amerigo).

Sfilata di Sinterklaas tra la folla a Leiden
Sinterklaas, salito sul cavallo, si appresta a fare un giro tra la folla

Successivamente una parata con musiche e canti si snoda per le vie cittadine mentre gli aiutanti di Sinterklaas lanciano dolcetti ai presenti, soprattutto ai bambini.

Il battello di Sinterklaas attracca ogni anno in una città olandese diversa. Questo è l’evento ufficiale con tanto di diretta televisiva. In realtà, in tantissime citta olandesi, in quello stesso giorno, dei volontari si travestono da Sinterklaas e da Zwarte Pieten e ricreano la festa ufficiale. In alcune di queste è pure previsto l’arrivo in barca così da rendere l’evento più credibile per i bambini!

Nel 2020, a causa delle restrizioni dovute alla pandemia Covid-19, è stato deciso con largo anticipo di mantenere segreta la città in cui arriverà Sinterklaas per evitare assembramenti. Il 14/11/2020 lo sbarco di Sinterklaas e dei suoi aiutanti nei Paesi Bassi potrà solo esser visto online oppure in televisione sul canale NOP3 dalle ore 12. Non si tratterà di una diretta come negli anni precedenti ma di un evento registrato nel mese di ottobre.

Amerigo il cavallo di Sinterklaas
Uno Zwarte Piet porta il cavallo a Sinterklaas

Sinterklaas viene raffigurato come un vecchio con barba e capelli lunghi bianchi, la mitria in testa, il vestito rosso da vescovo, il lungo pastorale nella mano destra e un libro con la copertina in cuoio e scritte dorate in quella sinistra. Sul libro sono annotati i nomi dei bambini buoni e di quelli cattivi e come si sono comportati durante l’anno in corso ed in quelli precedenti.

Sinterklaas: la giornata di festa

Il momento culminante della festa di Sinterklaas nei Paesi Bassi è però la sera del 5 dicembre e viene chiamata Sinterklaasavond (serata di Sinterklaas) o Pakjesavond (serata dei pacchetti).

Pepernoten, tipici dolci olandesi
I Kuidnoten preparati dalla mia amica Paola con il suo bambino

Nel pomeriggio molti genitori preparano con i bambini i biscotti di pan di zenzero mentre recitano poesie o cantano canzoni su Sinterklaas. Nella serata le famiglie si riuniscono cenando insieme e facendo giochi che coinvolgano i bambini.

Nella notte del 5 Dicembre i bambini olandesi lasciano vicino ai camini uno zoccolo o una scarpa con una carota per il cavallo di Sinterklaas, un frutto per ringraziare i Pieten e la classica lista dei desideri. E’ consuetudine che, prima di addormentarsi, cantino una canzoncina a Sinterklaas per cercare di attirare la sua attenzione.

Durante la notte gli Zwarte Pieten si calano giù dai camini delle case e lasciano i doni ai bambini buoni.

Anche gli adulti si scambiano regalini in quella serata. Spesso sono oggetti non eccessivamente costosi (viene decisa in anticipo una cifra massima in modo che sia alla portata di tutte le tasche e tutti si adeguano). Durante lo scambio di doni è consuetudine prendersi un po’ in giro tramite biglietti umoristici o recitando poesiole e frasi in rima che rimarcano i noti difetti di chi riceve il regalo.

Secondo la tradizione i bambini cattivi non solo non ricevono regali ma vengono addirittura portati in Spagna dal Santo nei sacchi dei doni che sono ormai vuoti. Questa leggenda però non sempre viene raccontata ai bambini perchè si impressionano.

La mattina del 6 Dicembre mentre i bambini buoni scartano i doni ricevuti, Sinterklaas e tutta la sua allegra brigata ripartono alla volta della Spagna sul battello. Festeggiamenti conclusi!

Arrivo di Sinterklaas a Leiden
C’è anche chi si è organizzato con bevande calde

Dolcetti tipici per Sinterklaas

I dolcetti tipici di questa festa sono:

  • le grosse lettere di cioccolato (dette Chocoladeletter)
  • i cioccolatini con le fattezze di Sinterklaas e degli Zwarte Pieten (chiamati Chocolade Sintkopjes e Chocolade Pietenkopjes)
  • i Kruidnoten: biscottini di forma simile ai nostri amaretti secchi ma molto più piccoli e aromatizzati alla cannella
  • i Pepernoten: biscottini di forma irregolare che sembrano quasi delle pepite, sono un po’ spugnosi e hanno un vago sentore di anice ma, secondo me, sono piuttosto anonimi. De gustibus!
  • i Marsepein: dolcetti di marzapane con forme varie di frutti, verdure e animali come per esempio il maiale che porta fortuna. E’ un’antica tradizione del centro Europa che risale al Medioevo. A novembre si macellava il maiale (quello in carne ed ossa) e si sfamava la famiglia per tutto l’inverno, chi possedeva un maiale era fortunato perchè poteva appunto dare da mangiare ai suoi cari durante il rigido inverno in cui i campi offrivano ben poco. Così il maiale è diventato simbolo di prosperità ed adesso, regalare un maialino di marzapane, è beneaugurante!
  • i Peperkoek: grossi biscotti di pan di zenzero con le fattezze del Santo.

Nelle settimane precedenti l’arrivo di Sinterklaas e, fino alla fine dell’anno, nelle vie cittadine i chioschi vendono frittelle di vari tipi, chiamate “olienbollen”.

Dolcetti tipici di Sinterklaas
Alcuni dei dolci tipici di questa festa

Canzone per Sinterklaas

Ecco una delle canzoni per Sinterklaas in Olandese con traduzione in lingua Inglese tra parentesi:

Sinterklaas, kapoentje (Saint Nic’las, my dear one,)
Gooi wat in mijn schoentje, (Something in my shoe put,)
Breng wat in mijn laarsje, (Something in my stocking,)
Dank je Sinterklaasje. (Thank you, Saint Nich-o-las!)

La folla in attesa di Sinterklaas
La folla in attesa della distribuzione dei dolcetti

Accuse di razzismo

Gli aiutanti di Sinterklaas, gli Zwarte Pieten, hanno il volto completamente nero. Per alcuni sono semplicemente gli aiutanti “mori” del Babbo Natale olandese, per altri sono un’orribile rappresentazione razzista e schiavista.

Da molti anni si discute, a tratti anche animatamente, della necessità o meno della presenza di queste figure con il viso dipinto di nero durante l’arrivo di Sinterklaas nelle città olandesi. A Dordrecht nel 2011 si svolse un’accesa manifestazione per protestare contro l’attracco del battello di Sinterklaas.

La questione è anche finita più volte sul tavolo del Governo olandese ma senza che sia mai stata presa una decisione definitiva. In talune città, negli ultimi anni gli Zwarte Pieten non sono più completamente scuri in volto come nelle foto che avevo scattato nel 2009 ma hanno il viso appena colorato come se si fossero macchiati con la fuliggine.

D’altronde, calandosi dentro ai camini per portare i doni ai bambini, gli aiutanti di Sinterklaas si sporcano. In altre rappresentazioni Sinterklaas arriva da solo sul battello senza gli Zwarte Pieten.

In anni recenti sono anche stati effettuati dei sondaggi tra la popolazione olandese e la stragrande maggioranza considera gli Zwarte Pieten come una tipica tradizione olandese e non come una discriminazione razziale.

Vedremo negli anni a venire come sarà affrontato l’argomento che ogni autunno puntualmente accende il dibattito.

Zwarte Piet a Leiden
Una ragazza travestita da Zwarte Piet

Una festa molto sentita

La festa di Sinterklaas o San Nicola secondo alcuni sondaggi è considerata da molti olandesi come la “miglior festa di tutto l’anno” dopo il Koningsdag.
Molti adulti, ogni volta che Sinterklaas ed i suoi aiutanti si calano dai camini delle case per consegnare i doni ai bambini, pensano che qualcosa di magico nel paese possa accadere. Quella di Sinterklaas è una festa per tutti e sentita da tutti: adulti e bambini. 

[Ultimo aggiornamento: 11/11/2020]

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright GIRINGIRO

4 thoughts on “Sinterklaas: il Babbo Natale olandese

  1. Grazie Carmine, il fatto di poter continuare il blog, raccontando qualcosa dell’Olanda, mi permette di sentirmi in “compagnia” di amici Italiani anche se virtualmente. Quindi mi fa piacere quando qualcuno scrive un commento per poter scambiare due chiacchiere.

  2. Ce bello aver scoperto anche quest’alro tuo blog e conoscere trmite te tutte le usanze olandesi.
    Sei mitica.
    Ciao, Matteo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *