Keukenhof

Aggiornamento apertura Keukenhof 2021

Contrariamente a quanto preannunciato una quindicina di giorni fà su canali social e sul sito in cui la direzione del parco prendeva atto delle decisioni del governo olandese di non far aprire il parco nel 2021 per contenere la pandemia Covid-19, la scorsa settimana è comparso un avviso in cui il governo olandese ha ceduto alle pressioni e deciso di aprire il parco Keukenhof nel fine settimana del 9-10-11 aprile in via eccezionale. Il limite di visitatori che possono accedere al parco è stato ridotto a 5.000 persone al giorno.

Ieri, 11 aprile, il Parco Keukenhof ha confermato sul suo sito e sui vari social che l’apertura nei weekend si svolgerà anche in quelli successivi con le stesse modalità di accesso previste nel fine settimana appena passato.

———————————-

Keukenhof, il piú bel parco fiorito dei Paesi Bassi e, probabilmente del mondo, allieta la primavera olandese con i suoi colori e profumi. E’ un vero e proprio tripudio di fioriture e colori variegati, un piacere per gli occhi ed i sensi.

Aiuola con tulipani a Keukenhof 2012
Una magnifica bordura di tulipani rosa e rossi a Keukenhof

Keukenhof 2021: inaugurazione ed apertura del parco

Keukenhof 2021 si svolgerà dal 20 marzo 2021 (apertura rinviata) al 9 maggio 2021, la prevendita dei biglietti online è già attivata e gli orari di visita sono gli stessi degli anni precedenti.

L’edizione 2020 di Keukenhof era stata annullata solo pochi giorni prima dell’apertura ufficiale e la vendita online dei biglietti era stata bloccata. Tuttavia molti turisti avevano preventivamente acquistato i biglietti online e l’organizzazione si era così dovuta attrezzare per effettuare i rimborsi.

Il dietro le quinte del Parco Keukenhof:

Quello che noi visitatori ammiriamo nei due mesi di apertura del parco è il culmine dell’evento. In realtà al Parco Keukenhof si lavora instacabilmente quasi tutto l’anno!
Durante la manifestazione i visitatori camminano tra bellissime aiuole fiorite e composizioni florali di varia natura ma, per ottenerle, c’è il lavoro pressoché continuo di numerosi addetti.

A fine estate le aziende consegnano i sacchi di bulbi alla società organizzatrice del Keukenhof, nell’autunno i giardinieri iniziano a disegnare le varie aiuole e poi a posizionare i bulbi. In un primo momento vengono solamente appoggiati sul terreno, il passaggio successivo sarà spingerli nella terra e poi coprirli con paglia per la stagione fredda.

A proposito del freddo, sapete che questo è uno dei migliori alleati per la fioritura primaverile dei tulipani? E’ proprio il freddo che da l’innesco al processo biochimico che farà fiorire i bulbi nella primavera, permettendoci di ammirare i meravigliosi tulipani.

A monte c’é peró un lavoro certosino di progettazione su carta. Le future aiuole e le composizioni floreali vengono dapprima studiate e progettate su carta poi i progetti passano in mano ai vari giardinieri che hanno il compito di realizzarli nel parco. Niente è lasciato al caso, si studiano gli abbinamenti di colori, le dimensioni delle aiuole, le posizioni migliori. Il colpo d’occhio finale deve lasciare i visitatori a bocca aperta.

Per l’edizione di Keukenhof 2021 sono stati messi a dimora ben 7 milioni di bulbi forniti da un centinaio di aziende del settore floreale. Un lavoro immane di pazienza svolto con molta professionalità dai giardinieri che si occupano di allestire il parco.

Oltre che varie tipologie di tulipani, le aiuole del parco Keukenhof saranno colorate da narcisi, giacinti, gigli, iris, rose, orchidee ed altre fioriture.

Verso la fine di febbraio viene seminata l’erba nelle aiuole. Nelle ultime giornate a ridosso dell’apertura si provvede a rasare perfettamente le aiuole ed a completare gli ultimi preparativi prima della data di inaugurazione.


——

Il racconto e le foto che seguono sono relativi all’edizione 2008, quando avevo visitato Keukenhof per la prima volta:

Keukenhof viene definito dagli Olandesi come il più grande e bel giardino del mondo e, dopo averlo visitato per la prima volta a fine Aprile del 2008, non posso affatto dargli torto!

Questa manifestazione si svolge ogni anno in Primavera fra la metà di Marzo e quella di Maggio. Se amate i fiori, i giardini, i colori e la fotografia non dovete assolutamente perderla perchè qui trovate, oltre a una stragrande varietà di tulipani, narcisi e giacinti, anche delle esposizioni floreali che vengono allestite in vari padiglioni sparsi nel parco (vi sono più di 2500 alberi di 87 varietà diverse e 7 milioni di bulbi di fiori dei quali 4,5 milioni sono di tulipani suddivisi in numerose varietà).

L’ingresso al Parco é unico. Nel corso degli ultimi anni sono state chiuse le due entrate secondarie ed é stato migliorata l’accessibilitá all’unico ingresso rimasto.

In prossimità di quest’ultimo arrivano i bus Connexxion che collegano Keukenhof con l’aeroporto di Schipol (linea n° 58, parte ogni quarto d’ora) e con le città di Leiden (linea n° 54 con destinazione Lisse, parte dalla Stazione “Centraal Station” ogni mezz’ora e impiega circa 30 minuti per il tragitto), Amsterdam e Den Haag. So per certo che, dall’aeroporto di Schiphol a Keukenhof viene praticata sui bus Connexxion una tariffa “cumulativa” che comprende sia il biglietto del bus che l’ingresso alla manifestazione e costa € 19 (anno 2008).

I treni internazionali che giugono da Parigi, Berlino e Bruxelles fermano alla stazione di Schipol.

Keukenhof è anche facilmente raggiungibile in treno+bici: per esempio dalla stazione di Voorhout fino all’ingresso principale della manifestazione occorrono circa 35-40 minuti di pedalata normale. I chilometri da percorrere (sola andata) sono poco piú di 8. La fitta rete di piste ciclabili permette di arrivare a Keukenhof in bici (i parcheggi per le bici, muniti di rastrelliere e situati in prossimità dell’ingresso principale sono gratuiti ma non custoditi.Inoltre arrivare al Keukenhof in bicicletta permette anche di fare un giro attraverso i campi fiori della zona.

In alcune città è possibile affittare delle biciclette e alla fine del post vi sono dei link a negozi che le affittano.

In questo link potete scaricare la traccia GPS per raggiungere Keukenhof dalla stazione ferroviaria di Voorhout , invece a quest’altro link trovate la traccia ed il percorso dalla stazione ferroviaria di Sassenheim.

Ampi e comodi parcheggi a pagamento (“free parking” è una parola piuttosto rara in Olanda) sono situati in prossimità delle entrate, il biglietto di ingresso per gli adulti costa € 18 , i bambini e ragazzi da 4 fino a 17 anni pagano € 8 (da 0 a 3 anni l’ingresso è libero). Il parcheggio per le auto costa € 6 (i prezzi si riferiscono al 2019). C’è anche la possibilità di acquistare un biglietto speciale, detto Spring Pass, per poter visitare Keukenhof più volte durante il periodo di apertura, sul sito della manifestazione è possibile avere informazioni sull’acquisto. Sono previsti sconti per gruppi, scolaresche. Acquistando i biglietti online si riparmia 1 €. Nel parco é disponibile il Free WiFi (non é peró molto performante e durante la visita il cellulare si é disconnesso alcune volte).

Orario di apertura: tutti i giorni dalle 08:00 alle 19:30 (la cassa chiude alle 18:00). Il Parco di Keukenhof é aperto anche durante le festivitá come Pasqua, Pasquetta, Festa del Re e Giorno della Liberazione.

Online é disponibile una mappa in PDF del parco, in alternativa la mappa é disponibile presso la biglietteria e viene distribuita gratuitamente in un chiosco posto subito dopo l’entrata.

I cani possono entrare nel Parco purché siano sempre tenuti al guinzaglio ed i proprietari raccolgano le deiezioni. L’ingresso ai cani é invece vietato nei padiglioni e nei ristoranti o punti ristoro.

Il mio consiglio è di evitare, possibilmente, di visitare il parco la Domenica e nei giorni festivi dell’Olanda perchè c’è molta confusione e non si riesce a apprezzare appieno la bellezza del luogo (sono numerosi anche i visitatori che giungono con pulman dalla vicina Germania e dal Belgio), inoltre, tenete conto che in mattinata c’è meno gente che al pomeriggio. Io l’ho visitato Lunedi 28/04/2008 (un giorno relativamente lontano dalle principali Festività del periodo) e fino all’una del pomeriggio si girava bene fra i viali del parco, poi ha cominciato a arrivare un po’ di gente ma non c’è mai stata troppa confusione. Vi consiglio di evitare sia le prime giornate di apertura perchè tanti fiori sono ancora chiusi, sia le ultime giornate prima della fine della manifestazione perchè diversi fiori sono ormai sfioriti,  sebbene i giardinieri siano continuamente all’opera per ripristinare le aiuole e sostituire i fiori che si sono rovinati.

Per quanto riguarda le principali festività nei Paesi Bassi nel periodo primaverile, potete fare riferimento a questo topic che ho scritto in proposito: festività in Olanda.

Il parco, che si trova alla periferia di Lisse, è molto vasto e copre un’area di oltre 32 ettari, la visita richiede quindi un po’ di tempo specie se, come me, vi soffermate spesso a scattare le macro ai fiori. Ogni anno la manifestazione è legata a un tema diverso.

Lisse si trova nel Bollenstreek, il distretto dei fiori. In quest’area infatti vengono coltivati i fiori che poi si esportano in tutto il mondo e in primavera, le fioriture multicolori nei campi di questa zona, creano spettacolari effetti cromatici. Il Bollenstreek si estende fra Amsterdam e Den Haag (L’Aia per gli Italiani) e, più precisamente, è compresa nell’area fra le città di Hillegom, Lisse, Sassenheim e Rijnsburg. In Olanda la passione per i tulipani nacque nel corso del XVII secolo quando alcuni nobili spesero fortune per acquistare i bulbi di questi fiori arrivati dall’oriente. Alcune persone della classe media videro l’opportunità di arricchirsi con il commercio di questi fiori e in breve si diffuse una follia collettiva per questi fiori denominata “la mania dei tulipani” (de tulpomanie). La richiesta di bulbi di tulipani raggiunse un picco così alto che, in breve tempo, ogni singolo bulbo di tulipano raggiunse prezzi elevatissimi. Alcune persone vendettero la propria attività e i gioielli di famiglia pur di acquistare e rivendere i bulbi ma nel 1637 il mercato collassò mandando in rovina migliaia di persone, negli anni successivi il governo Olandese decise di regolamentare questo mercato per evitare che si ripetessero episodi del genere negli anni a venire. Nel Bloembollen Informatie Paviljonen di Keukenhof si trovano utili informazioni sulla storia di questo fiore.

Nel XV secolo l’area in cui si trova adesso il parco era una distesa di natura incontaminata di proprietà di Jacoba van Beieren. Oltre a essere utilizzata per la caccia, la proprietà era anche usata per coltivare le erbe da utilizzare nella cucina del castello, da qui il nome “Keukenhof” (ossia giardino della cucina). Jacoba van Beieren (1401-1436) era stata Contessa d’Olanda (Holland), Zeeland e Henegouwen dal 1417 fino al 1433. Nel 1857 l’architetto paesaggista Zocher disegnò i giardini intorno al Castello Keukenhof e il parco attuale rispecchia il giardino Inglese che aveva creato oltre 150 anni fà. Nel 1949 per la prima volta venne in mente a un gruppo di coltivatori di bulbi e di esportatori di creare un’esposizione florale primaverile in quest’area e l’idea si rivelò vincente perchè, dalla prima volta, oltre 42 miloni di persone hanno visitato Keukenhof.
Non lontano dall’entrata Hoofdingang si trova il Castello di Keukenhof (ved. le due foto successive) attorniato dal suo piccolo ma grazioso parco in cui vengono allestite mostre e esposizioni di varia natura nel corso dell’anno, dal castello partono anche due percorsi che si snodano nelle campagne circostanti.
Intorno a metà Dicembre viene organizzata la manifestazione Kerst op Keukenhof, ossia “Natale a Keukenhof”. E’ una grande fiera natalizia in cui oltre 70 espositori presentano i loro prodotti, il castello è aperto per le visite e nel parco è allestita una pista di pattinaggio su ghiaccio. Canti natalizi, Babbo Natale e luminarie fanno da contorno alla manifestazione.

Nei numerosi padiglioni disseminati nel parco di Keukenhof si svolgono esposizioni floreali e i coltivatori partecipano a delle competizioni. I giudici del Vaste Keurings Commossie (VKC) scelgono i migliori esemplari di fiori che variano dai tulipani ai crisantemi alle orchidee e premiano i migliori con il Premio Keukenhof. L’etichetta apposta sul fiore indica il nome dell’espositore e del prodotto, i punti assegnati dalla giuria e se è stato vinto un premio o meno. L’etichetta di colore blu significa che sono stati assegnati 9 o più punti, l’etichetta rosa si assegna invece a chi ha ricevuto meno di 9 punti. L’eccellenza è il punteggio compreso fra 9 e 10 punti.

Keukenhof è la festa dei fiori a bulbo, dei fiori recisi e di quelli perenni, da anni le orchidee hanno un proprio spazio all’interno della manifestazione. Nel Padiglione Beatrix si possono infatti ammirare una notevole varietà di questi fiori esotici. I lilium sono una delle principali attrazioni e si possono vedere nel Padiglione Willem Alexander al centro del parco che con i suoi 6000 metri quadrati di superficie e oltre 35.000 lilium di 300 differenti specie può essere considerato come la principale esposizione mondiale.
Passeggiando lungo i viali si possono vedere una serie di sculture di artisti internazionali. In questo vasto parco sono state inoltre ricavati dei piccoli giardini tematici, meritano una visita il giardino storico dove si possono trovare le più antiche varietà di tulipani, il giardino delle erbe da cucina e di quelle medicinali, il giardino giapponese (ved. foto soprastante) e il percorso della sposa.

Potete concedervi qualche giorno di vacanza? L’ideale è abbinare il Bloemencorso con la visita a Keukenhof.

Indirizzo del Parco Keukenhof:

KEUKENHOF
Stationsweg 166a
2161 AN Lisse (Holland)
Tel. ++31 (0)252 465 555
Fax ++31 (0)252 465 565
Per maggiori informazioni potete visitare il sito ufficiale multilingue della manifestazione in cui è anche possibile acquistare i biglietti online.

Noleggio biciclette:

Altre foto:

Ho caricato altre foto sul mio spazio Flickr -> https://flic.kr/s/aHsmMgi7xJ

Eventi, fiere, esposizioni a carattere floreale nei Paesi Bassi:

  • Kom in de kas: si svolge nel Westland il primo weekend di Aprile di ogni anno. Alcune serre vengono aperte al pubblico e le persone possono recarsi a visitarle e parlare con i produttori riaguardo alle tipologie di fiori, problematiche …. ecc. La prima edizione ebbe luogo nel 1977. Per info visitate il sito multilingue della manifestazione.
  • Bloemencorso: si svolge ogni anno verso la fine di Aprile, alcuni carri fioriti sfilano lungo un percorso da Noordwijk a Haarlem. Per info consultate il relativo post sul blog.
  • Begoniatapijt: si svolge ogni anno a Hoorn dopo la metà di Agosto. Nella parte centrale del paese viene allestito un tappeto di begonie di circa 500mq e, tramite delle passerelle, è possibile ammirarlo. Per info visitate il sito della manifestazione (solo in Olandese).
  • Floriade: si svolge ogni 10 anni nei Paesi Bassi, la prossima edizione si terrà ad Almere da Aprile a Ottobre del 2022, è un’importante fiera mondiale dell’orticultura ma è anche un’occasione per conoscere da vicino i metodi di coltivazione, le nuove tecnologie in questo settore, le problematiche dell’ambiente ecc. Si svolge su una superficie di 66 ettari, 40 ettari de quali sono adibiti a siti espositivi. Avevo partecipato sia all’edizione del 2002 che si era svolta a Hoofdorp (non lontano dall’aeroporto di Schiphol) e mi era piaciuta molto e poi anche a quella del 2012 a Venlo. Per info visitate il sito della manifestazione (in Olandese, Tedesco e Inglese). Il tema dell’edizione 2022 sarà “Growing Green Cities” (ossia “far crescere cittá verdi”). Volete scoprire le cittá del futuro? Non mancate l’appuntamento con Floriade 2022. Sito web: https://www.floriade.com/en
  • Tulpfestival: Amsterdam

[Ultimo aggiornamento: 10/03/2021]

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright GIRINGIRO

Condividi l'articolo su

4 thoughts on “Keukenhof: tripudio di fiori nella primavera olandese

  1. Visitato due anni fa, è veramente uno spettacolo.
    Spero di poterlo rivedere nel mio programma di vacanze 2009. Ciao Paolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *