Vai al contenuto
Sei in Home » Idee per viaggiare » Eventi » Keukenhof: tripudio di fiori nella primavera olandese

Keukenhof: tripudio di fiori nella primavera olandese

Parco Keukenhof

Keukenhof, il piú bel parco fiorito dei Paesi Bassi, allieta la primavera olandese ed i suoi numerosissimi visitatori con i suoi colori e profumi. E’ un vero e proprio tripudio di fioriture e colori variegati, un piacere per gli occhi e tutti i sensi.

Keukenhof, non a caso, viene definito dagli olandesi come il più grande e bel giardino del mondo e, dopo averlo visto per la prima volta a fine aprile del 2008, non posso affatto dargli torto! Da allora sono tornata diverse altre volte a visitarlo ed è sempre stata un’emozione anche perchè ogni anno si rinnova.

Questa manifestazione si svolge annualmente in primavera fra la metà di marzo e quella di maggio. Se amate i fiori, i giardini, i colori, i profumi e la fotografia non dovreste assolutamente perderla. A Keukenhof vi sono più di 2500 alberi di 87 varietà diverse e vengono piantati circa 7 milioni di bulbi di fiori dei quali 4,5 milioni sono di tulipani di varie forme e colorazioni. Talune sono rare e pregiate e non le vedrete da nessun’altra parte.

Il parco in cui svolge Keukenhof è molto vasto e copre un’area di oltre 32 ettari, i percorsi interni raggiungono una lunghezza complessiva di 15 chilometri. Per evitare di tralasciare alcune zone vi consiglio di seguire la mappa del parco. Sul sito ufficiale del parco é disponibile una mappa in PDF da scaricare e stampare. In alternativa le mappe sono disponibili presso la biglietteria oppure vengono distribuite gratuitamente da alcune ragazze in costumi tipici subito dopo l’entrata. Un’altra accortezza è quella di indossare calzature comode perché si cammina parecchio.

Oltre che dai tulipani, fiore simbolo dei Paesi Bassi, le aiuole del parco Keukenhof vengono colorate dalle fioriture di crocus, narcisi, giacinti, gigli, iris, rose, orchidee ed altre fioriture. E’ davvero piacevole camminare nei viali del parco e fermarsi ad ammirare gli allestimenti floreali sapientemente creati dai giardinieri.

In varie zone del parco Keukenhof sono dislocati dei padiglioni che ospitano esposizioni floreali e permettono di ammirare i tulipani nel loro splendore soprattutto all’inizio della manifestazione quando quelli all’esterno sono ancora chiusi. Inoltre ogni anno nei padiglioni si svolgono delle vere e proprie competizioni tra i produttori di fiori olandesi. I giudici del Vaste Keurings Commossie (VKC) scelgono i migliori esemplari di tulipani, crisantemi ed orchidee ed assegnano l’ambito Premio Keukenhof ai vincitori di ogni categoria.

Nel Padiglione Beatrix si possono ammirare notevoli varietà di orchidee, per gli amanti della macrofotografia questo è un luogo ideale per sbizzarirsi a scattare fotografie. I lilium sono un’altra delle principali attrazioni e si trovano nel Padiglione Willem Alexander che con i suoi 6000 metri quadrati di superficie e oltre 35.000 lilium di 300 differenti specie può essere considerato come la principale esposizione mondiale di questa tipologia di fiori.

Nel Padiglione Juliana invece viene raccontata la storia del tulipano, la sua diffusione nei Paesi Bassi ed anche le tecniche di coltivazione passate, presenti e quelle che verranno.

Inoltre a Keukenhof sono stati ricavati dei piccoli giardini tematici. Meritano una visita il giardino storico dove si possono trovare le più antiche varietà di tulipani, il giardino delle erbe da cucina e di quelle medicinali, il giardino giapponese.

Salendo sul mulino si gode una bella vista sugli adiacenti campi fioriti multicolori del Bollenstreek. Altri punti panoramici sono posizionati su questo lato del parco Keukenhof e segnalati sulla mappa. Vicino al mulino partono le crociere sui canali.

Per i bambini, oltre ad un’area giochi in cui divertirsi liberamente, ci sono anche una piccola fattoria con diversi animali da poter accarezzare ed un simpatico labirinto con le siepi.

In ultimo, ma non per ultimo, ogni edizione del Keukenhof si basa su un tema. Nel 2019 era stato “Flower Parade”, invece nel 2022 il tema sarà “Flower Classics” perché i fiori da sempre sono simboli classici nell’arte, nell’architettura e nel design. Nel 2023 si é deciso di non scegliere un tema per l’intero parco ma ogni singola mostra floreale avrá un proprio tema. Quella del 2023 sarà dunque un’edizione del Keukenhof tutta nuova e da scoprire!

Crocus, Keukenhof
Una composizione floreale con vari tipi di Crocus a Keukenhof

Keukenhof 2023: inaugurazione ed apertura del parco

Keukenhof 2023 si svolgerà da giovedi 23 marzo a domenica 14 maggio 2023, la prevendita dei biglietti online sará attivata dal mese di febbraio.

Dopo i due anni della pandemia, nel 2022 c’é stato un vero e proprio boom di visite al parco Keukenhof ed in alcune giornate i biglietti sono andati sold-out in fretta. C’è da dire che lo scorso anno era stato messo un tetto al numero di visitatori per fascia oraria per fare in modo che non si creassero troppi assembramenti ai tornelli di ingresso e che nel parco non vi fosse la folla oceanica delle edizioni precedenti.

Inoltre, per dar modo a più persone di visitare il parco, era stato esteso l’orario di visita rispetto alle edizioni pre-pandemia. Sia il limite agli ingressi orari che la modifica dell’orario saranno mantenuti anche per il 2023. L’orario di apertura di Keukenhof 2023 sarà dunque:

  • tutti i giorni dalle 08:00 alle 19:30 (la cassa chiude un’ora prima).
  • il parco di Keukenhof é aperto anche durante le festivitá come Pasqua, Pasquetta, Festa del Re ed il Giorno della Liberazione.

Come da tradizione, il giorno di apertura del Keukenhof sarà il re Guglielmo Alessandro a fare gli onori di casa.

Visitare il parco Keukenhof
Keukenhof: tripudio di fiori nella primavera olandese

Acquistare i biglietti per entrare a Keukenhof

Salta la coda ed acquista i biglietti del Keukenhof online! In taluni orari e giornate alle casse dell’ingresso si formano code piuttosto lunghe ed è un vero peccato perdere tempo in attesa del proprio turno.

Aggiornamento di marzo 2022 riguardo ai biglietti per il Keukenhof: in periodo Covid-10 i biglietti possono essere acquistati solo online. In fase di acquisto occorre selezionare la tipologia ed il numero di biglietti, la data di visita e la fascia oraria di arrivo al parco. Il pagamento può essere effettuato con le principali carte di credito o circuiti di pagamento. Fino ad 1 giorno prima della visita è possibile modificare la quantità dei biglietti, la data o l’orario tramite il link che viene inviato nell’email di conferma dell’acquisto. Controllate bene la casella di posta elettronica e verificate che l’email di conferma non sia finita nella cartella “spam”.

Nel caso programmiate una vacanza nei Paesi Bassi e decidiate di visitare il parco Keukenhof, soprattutto nei weekend e nelle festività classiche sia italiane che olandesi, vi consiglio di acquistare i biglietti per tempo. Il rischio di non trovarli è molto elevato.

Per farvi un esempio: il 15 aprile 2022 l’organizzazione aveva scritto sulla pagina FB del parco che i biglietti di ingresso sarebbero stati esauriti fino al martedi successivo (quindi per l’intero weekend di Pasqua) e che sarebbe stato necessario selezionare altre date per la visita.

Keukenhof 2022
Avviso su Facebook: i biglietti per Keukenhof nel weekend di Pasqua 2022 sono esauriti

Prezzi dei biglietti del parco Keukenhof per l’anno 2023

  • il biglietto giornaliero per gli adulti costa 19 euro
  • i ragazzi tra i 4 ed i 17 anni pagano 9 euro
  • i bambini fino ai 3 anni entrano gratuitamente
  • i gruppi sopra le 20 persone pagano 18,50 euro a persona
  • l’acquisto del libretto su Keukenhof costa 5 euro
  • ci sono agevolazioni per le persone con disabilità ed i loro accompagnatori, le scolaresche ed è possibile acquistare dei biglietti che valgono per l’intera durata della manifestazione. Questi ultimi sono vantaggiosi per chi abita in zona e decide di andare al Keukenhof più volte.
Parco olandese di Keukenhof
Queste composizioni di tulipani sono così belle che mi vien voglia di fotografarle tutte

Il dietro le quinte del parco Keukenhof

Quello che noi visitatori ammiriamo nei due mesi di apertura del parco è il culmine dell’evento, ossia quando i vari fiori sbocciano e si aprono al tepore della primavera.

In realtà al parco Keukenhof si lavora instacabilmente quasi tutto l’anno, non solo nei due mesi di apertura al pubblico.
Durante la manifestazione i visitatori camminano tra bellissime aiuole fiorite e composizioni florali di varia natura ma, per ottenerle, c’è il lavoro pressoché continuo di numerosi addetti.

A Keukenhof tutto inizia con la decisione del tema per l’edizione successiva effettuata da un’apposita commissione ed il conseguente lavoro di progettazione delle aiuole e degli allestimenti in base al tema selezionato da parte di esperti designer di giardini.

A monte c’é quindi un lavoro certosino di progettazione su carta. Le future aiuole e le composizioni floreali vengono dapprima studiate e progettate su carta poi i progetti passano in mano ai vari giardinieri che hanno il compito di realizzarli nel parco. Niente è lasciato al caso, si studiano gli abbinamenti di colori, le dimensioni delle aiuole, le posizioni migliori. Il colpo d’occhio finale al parco Keukenhof deve lasciare i visitatori a bocca aperta. Anche per questo motivo non ci si stanca a ritornare al parco Keukenhof ogni anno, è sempre diverso.

A fine estate le aziende consegnano i numerosi sacchi di bulbi alla società organizzatrice del Keukenhof, ogni sacco riporta tipologie dei bulbi e colori in modo da essere facilmente identificato. Sono circa un centinaio le aziende olandesi che forniscono i bulbi al parco. Nell’autunno i giardinieri iniziano a disegnare le varie aiuole ed a delimitare le aree in cui verranno piantati i bulbi come stabilito dai progetti su carta.

Successivamente si inizia a posizionare i bulbi. In un primo momento vengono solamente appoggiati sul terreno, dopo un’ultimo controllo che sia tutto a posto i bulbi vengono spinti nella terra e poi coperti con paglia per la stagione fredda. E’ un lavoro immane, che richiede pazienza  e viene svolto con molta professionalità dai giardinieri che si occupano di allestire il parco.

A proposito del freddo, sapete che questo è uno dei migliori alleati per la fioritura primaverile dei tulipani? E’ proprio il freddo che dà l’innesco al processo biochimico che farà fiorire i bulbi nella primavera, permettendoci di ammirare i meravigliosi tulipani.

Verso la fine di febbraio viene seminata l’erba nelle aiuole. Nelle ultime giornate a ridosso dell’apertura i giardinieri rasano perfettamente le aiuole, rimuovono eventuali fiori che non corrispondano al progetto per forma o colore e completano gli ultimi preparativi prima dell’apertura del parco.

Per il giorno dell’inaugurazione del parco Keukenhof tutto deve essere perfetto e lustro.

Keukenhof: simbolo primavera olandese
Ogni angolo del parco lascia senza fiato

Dove si trova Keukenhof

Keukenhof è situato nel comune di Lisse, circa 35km a sud-ovest di Amsterdam e più precisamente nel Bollenstreek, ossia il distretto dei bulbi e fiori.

In quest’area infatti vengono coltivati i fiori ed i preziosi bulbi che poi si esportano in tutto il mondo. In primavera, le fioriture multicolori nei campi di questa zona, creano spettacolari effetti cromatici.

Il Bollenstreek si estende fra Amsterdam e Den Haag (L’Aia per gli Italiani) e, più precisamente, è compresa nell’area fra le città di Hillegom, Lisse, Sassenheim e Rijnsburg.

Indirizzo del parco Keukenhof

Keukenhof
Stationsweg 166a
2161 AN Lisse (Holland)
Tel. ++31 (0)252 465 555
Fax ++31 (0)252 465 565

Keukenhof nei Paesi Bassi
Ogni giorno si effettua l’ordinaria manutenzione per mantenere il parco sempre splendido

Come arrivare a Keukenhof con mezzi pubblici, bici o auto

L’ingresso al parco Keukenhof é unico. Nel corso degli ultimi anni sono state chiuse le due entrate secondarie ed é stato ampliato e modernizzato l’unico ingresso rimasto.

In prossimità dell’ingresso parcheggiano i bus delle compagnie Arriva e Connexxion che collegano Keukenhof con l’aeroporto di Schiphol e le principali città della zona. La città di Lisse che è quella più vicina al parco non è più dotata di stazione ferroviaria da diversi anni.

  • Dall’aeroporto di Schiphol si raggiunge Keukenhof tramite il bus n° 858 che parte all’incirca ogni quarto d’ora, la fermata della navetta è posta subito fuori le uscite 3-4 (zona arrivi) ed è facilmente raggiungibile a piedi. Il viaggio da Schiphol a Keukenhof in bus dura 30/40 di minuti ed il biglietto di sola andata costa 5,20 euro (2022). C’è tuttavia la possibilità di acquistare un biglietto combinato (bus+ingresso Keukenhof) che permette di risparmiare qualcosa e costa 29,50 euro per gli adulti e 15,50 euro per i bambini (4/17 anni). I prezzi si riferiscono al 2022. Questa formula non include il viaggio di rientro in autobus verso l’aeroporto, si dovrà quindi acquistare un biglietto extra per il ritorno in bus a Schiphol. La navetta è facilmente riconoscibile perché riporta la scritta “Keukenhof Express” ed ha le fiancate che raffigurano tulipani e fiori vari.
    Oltre che che l’aereo, Schiphol è raggiungibile anche con i treni internazionali che partono da Parigi, Berlino e Bruxelles. Fermano tutti alla stazione ferroviaria posto sotto all’aeroporto Schiphol.
  • Come arrivare a Keukenhof da Amsterdam: da qualunque zona della città di Amsterdam è necessario raggiungere la fermata Europaplein vicino al centro congressi Amsterdam RAI nel quartiere Zuidas con la metro 52 oppure usando il tram od il bus. Da Europaplein parte l’autobus Keukenhof Express n° 852 che in circa 40 minuti di viaggio arriva al parco Keukenhof. La navetta parte fino a 8 volte ogni ora, anche in questo caso è possibile acquistare il biglietto combinato (bus+ingresso parco) che nel 2022 costa 33,50 euro per gli adulti e 15,50 euro per i bambini (4/17 anni). Questa formula non include il viaggio di rientro in autobus verso Amsterdam-Europaplein. Un’altra alternativa da Amsterdam è raggiungere l’aeroporto con i treni e poi da qui prendere l’autobus 858 verso Keukenhof.
  • Da Leiden a Keukenhof: fuori dalla stazione ferroviaria di Leiden Centraal parte l’autobus Keukenhof Express n° 854 che arriva al parco in circa 30 minuti. Il bus parte ogni 15 minuti. Il prezzo del biglietto combinato è lo stesso della tratta aeroporto-Keukenhof. Anche in questo caso, per rientrare a Leiden si dovrà acquistare un biglietto del bus per il ritorno.
  • Da Haarlem al Keukenhof: fuori dalla stazione di Haarlem c’è la fermata del bus di linea n° 50. Quest’autobus parte ogni quarto d’ora in settimana ed ogni mezz’ora nei fine settimana, il capolinea è Leiden. Il bus n° 50 ferma nella città di Lisse a circa 1,4km di distanza dall’ingresso del Keukenhof. Solo nei weekend dalla stazione ferroviaria di Haarlem parte anche il Keukenhof Express bus n° 850 ogni mezz’ora.
  • Per quanto riguarda le altre città olandesi: potete raggiungere Schiphol, Europaplein-Amsterdam, stazione di Leiden o quella di Haarlem in treno o bus e poi da lì raggiungere Keukenhof in uno dei modi sopra indicati

In bici

Keukenhof è anche facilmente raggiungibile in bici: per esempio da Sassenheim o Voorhout fino all’ingresso principale della manifestazione occorrono circa 30-40 minuti di pedalata normale. I chilometri da percorrere sono poco piú di 8 (sola andata). La fitta rete di piste ciclabili permette di arrivare a Keukenhof in bicicletta.

I parcheggi per le bici, muniti di rastrelliere e situati in prossimità dell’ingresso principale, sono gratuiti ma non custoditi. Il parco è solo pedonale e le biclette non possono circolare al suo interno. Unica eccezione sono i mezzi per le persone con difficoltà motorie.

Inoltre, arrivare al Keukenhof in bicicletta, permette anche di fare un giro attraverso i campi fioriti della zona.

Eccovi due link per scaricare le tracce GPS e raggiungere Keukenhof da un paio di paesi della zona, entrambi provvisti di stazione ferroviaria e quindi adatti al trasporto “treno+bici”:

  • a questo link potete scaricare la traccia GPS per raggiungere Keukenhof dalla stazione ferroviaria di Voorhout
  • invece a quest’altro link trovate la traccia ed il percorso dalla stazione ferroviaria di Sassenheim.
Fiori e colori del Keukenhof
Abbinamenti di fiori e colori diversi nelle aiuole del parco per creare magnifici effetti cromatici

In auto

Per chi decidesse di raggiungere Keukenhof in auto, ci sono numerosi parcheggi a pagamento (“free parking” è una parola piuttosto rara nei Paesi Bassi) in prossimità dell’entrata o nelle sue vicinanze.

Il parcheggio per le auto, motorhome o camper costa € 6 indipendentemente da quante ore ci si fermi (prezzo anno 2022), i pullman invece non pagano. Nei parcheggi ci sono alcune colonnine di ricarica per i veicoli elettrici. Il parcheggio chiude alle 19:30 pertanto non è possibile sostare con motorhome o camper durante la notte. Per evitare la coda, si può acquistare online il biglietto per il parcheggio.

Tulipano: simbolo dei Paesi Bassi
La perfezione in un piccolo fiore

Norme di accesso al parco e suggerimenti

  • Acquistando i biglietti online, l’arrivo al parco deve avvenire nella fascia oraria indicata sui biglietti. Non sono ammesse deroghe perchè in periodo di pandemia Covid-19 c’è un limite al numero di visitatori ammessi nel parco. 
  • I cani possono entrare nel parco Keukenhof purché siano sempre tenuti al guinzaglio di lunghezza massima di 1 metro ed i proprietari raccolgano le deiezioni. E’ vietato l’uso di guinzagli estensibili che possono creare pericolo per le persone, inoltre è ammesso solo 1 cane per persona. L’ingresso ai cani é vietato nei padiglioni, nei ristoranti o nei locali al chiuso. Solo i cani-guida possono accedere in queste strutture.
  • E’ possibile introdurre nel parco alimenti e bevande acquistate al di fuori e consumarli nelle apposite aree picnic o sulle panchine, non è invece permesso sedersi ai tavoli dei ristoranti e mangiare pietanze portate da casa o fuori.
  • Non è possibile utilizzare droni al Keukenhof per effettuare riprese dall’alto durante la manifestazione per questioni di sicurezza.
  • Nel parco é disponibile il Free WiFi, nel 2019 peró non era molto performante e durante la visita il cellulare si era disconnesso alcune volte.
  • Il mio consiglio è di evitare, possibilmente, di visitare Keukenhof il venerdi,sabato e la domenica e nei giorni festivi olandesi perchè c’è molta confusione e non si riesce a apprezzare appieno la bellezza del luogo. Nei fine settimana sono numerosi anche i visitatori che giungono con pullman dalla vicina Germania e dal Belgio. Inoltre, tenete conto che in mattinata c’è meno gente che al pomeriggio.
  • Io preferisco arrivare per le 9 ed in giorni infrasettimanali (solitamente scelgo il martedi se il meteo è favorevole) e relativamente lontani dalle principali festività primaverili. Dall’arrivo fino alle ore 13 ho sempre girato bene fra i viali del parco, poi arriva più gente ma riesco comunque a visitare il parco in tranquillità perchè non c’è confusione.

Periodo migliore per visitare Keukenhof

Per quanto riguarda il periodo migliore per andare al parco Keukenhof, vi consiglio di evitare sia le prime giornate di apertura perchè tanti fiori sono ancora chiusi, sia le ultime giornate prima della fine della manifestazione perchè purtroppo diversi fiori sono ormai sfioriti. I giardinieri sono continuamente all’opera per ripristinare le aiuole e sostituire i fiori che si sono rovinati ma non possono far nulla contro il naturale ciclo di vita delle fioriture. L’ultima volta sono stata a Keukenhof a fine marzo 2019: le fioriture erano molto in ritardo perchè l’inverno era stato freddo e con poche giornate di sole. Adesso, a marzo 2022, la situazione è completamente diversa e stanno già fiorendo diversi tulipani all’aperto.

#affiliazione

Quanto tempo dedicare alla visita del parco?

Solitamente io me lo godo tranquillamente e ci resto per almeno 6/8 ore, esclusa la sosta pranzo. Mi piace scattare le fotografie ai fiori ed in quella giornata voglio prendermi tutto il tempo che mi necessita, rilassarmi e godermi il parco con calma. Diciamo che 4 ore possono anche essere sufficienti per visitarlo ma in maniera non esaustiva.

Keukenhof: aiuole fiorite
Keukenhof: tripudio di fiori, forme e colori

Cos’altro fare o vedere in occasione dell’apertura di Keukenhof

Durante l’apertura del parco vengono organizzate gite su imbarcazioni per ammirare i campi fioriti navigando sui canali. Tramite il sito ufficiale Keukenhof si possono prenotare queste escursioni in barca il cui prezzo non è incluso nel biglietto di ingresso al parco.

Noleggiando una bicicletta si possono effettuare dei giri lungo le ciclabili nei dintorni del parco alla ricerca di angoli da fotografare e campi pieni di tulipani, narcisi e giacinti. Non lontano dall’ingresso c’è il chiosco Rent-a-bike van Damme che noleggia biciclette. Vista la notevole affluenza di pubblico al parco, conviene prenotare in anticipo le bici sul sito di questo noleggiatore.

Nelle sue vicinanze, lungo la strada Stationsweg, si trova il Landgoed Kasteel Keukenhof. Questo castello del 1642 dall’aspetto fiabesco, attorniato da graziosi giardini e da un vasto parco in cui vengono allestiti spesso festival e mostre di varia natura, è visitabile durante tutto l’anno non solo durante l’apertura del Keukenhof. Il parco che circonda Kasteel Keukenhof è addirittura ben più vasto di quello in cui si tiene l’esposizione floreale di Keukenhof! Per gli appassionati di camminate e natura ci sono anche due semplici percorsi escursionistici che si snodano tra dune ed un antico bosco.

Intorno a metà dicembre viene organizzata la manifestazione Kerst op Keukenhof, ossia “Natale a Keukenhof”. E’ una grande fiera a tema natalizio in cui oltre 70 espositori presentano i loro prodotti, il castello è aperto per le visite e nel parco è allestita una pista di pattinaggio su ghiaccio. Canti natalizi con cori che cantano “a cappella”, l’incontro con Babbo Natale, giochi vari e colorate luminarie fanno da contorno all’evento annuale così gradito a bambini ed adulti.

Nel 2019 in una parte del parco del Castello Keukenhof è stato costruito ed inaugurato il LAM o Lisser Art Museum. Tutto ciò che si trova in questo particolare museo privato ha a che fare con il cibo e le bevande, sia che si tratti di pitture, sculture, foto od installazioni. E’ un museo per tutti e per tutte le età. La fondazione VandenBroek si occupa infatti di rendere l’arte accessibile ad un vasto pubblico, non necessariamente esperto d’arte.

Le altre manifestazioni che si svolgono nel periodo di apertura di Keukenhof sono:

Storia del parco

Nei Paesi Bassi la passione per i tulipani nacque nel corso del XVII secolo quando alcuni nobili spesero fortune per acquistare i bulbi di questi fiori arrivati dall’oriente. Alcune persone della classe media videro l’opportunità di arricchirsi con il commercio di questi fiori ed in breve si diffuse una follia collettiva per questi fiori denominata “la mania dei tulipani” (de tulpomanie).

La richiesta di bulbi di tulipani raggiunse un picco così alto che, in breve tempo, ogni singolo bulbo di tulipano raggiunse prezzi elevatissimi. Alcune persone vendettero la propria attività, la casa oppure i gioielli di famiglia pur di acquistare e rivendere i bulbi ma nel 1637 il mercato collassò mandando in rovina migliaia di persone. Negli anni successivi il governo olandese decise di regolamentare questo mercato per evitare che si ripetessero episodi del genere negli anni a venire. Nel Bloembollen Informatie Paviljonen di Keukenhof si trovano utili informazioni sulla storia di questo fiore.

Nel XV secolo l’area in cui si trova adesso il parco era una distesa di natura incontaminata di proprietà di Jacoba van Beieren. Oltre a essere utilizzata per la caccia, la proprietà era anche usata per coltivare le erbe da utilizzare nella cucina del castello, da qui il nome “Keukenhof” (ossia giardino della cucina). Jacoba van Beieren (1401-1436) era stata Contessa d’Olanda (Holland), Zeeland e Henegouwen dal 1417 fino al 1433. Nel 1857 l’architetto paesaggista Zocher disegnò i giardini intorno al Castello Keukenhof e il parco attuale rispecchia il giardino Inglese che aveva creato oltre 150 anni fà. Nel 1949 per la prima volta venne in mente a un gruppo di coltivatori di bulbi e di esportatori di creare un’esposizione florale primaverile in quest’area e l’idea si rivelò vincente perchè, dalla prima volta, oltre 42 milioni di persone hanno visitato Keukenhof.

#affiliazione

Altre foto e video

Link utili

Ti è piaciuto questo articolo? Vuoi condividerlo con altri? Pinnalo su Pinterest

[Ultimo aggiornamento: 16/01/2023]

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright GIRINGIRO

4 commenti su “Keukenhof: tripudio di fiori nella primavera olandese”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il materiale qui contenuto è protetto dal diritto di autore - © Copyright GIRINGIRO